sabato 6 ottobre 2007

Il mondo capovolto

Il prosindaco di Treviso Gentilini indagato per "istigazione all'odio razziale" per la frase sulla "pulizia etnica dei culattoni".
Da quando i "culattoni" sono una razza ?
In Gran Bretagna dei pompieri puniti, uno degradato, per aver "disturbato" un'orgia omosessuale illuminando la scena con le torce.
E se avessero usato gli idranti per disperdere i sodomiti li avrebbero rinchiusi nella Torre di Londra in attesa dell'esecuzione ?
Altre due perle che confermano quanto sia allentato il rigore morale che una società civile dovrebbe mettere nel mantenere in ordine - sotto ogni punto di vista - le proprie città.

Entra ne

7 commenti:

Piedone ha detto...

Così come è stato ASSOLTO con formula piena per alcune sue espressioni coloriete sui clandestine, così finirà in una bolla di sapone questa accusa. Tra l'altro a Napoli la Jervolino parteciperà al Gay Pride: peccato non abbia mai partecipato ad uno dei tanti presidi che i disoccupati organizzano sotto il comune. Quelli, i disoccupati, sono dei fascisti che provocano: pretendono persino di lavorare!

Nessie ha detto...

La Jervolino che va coi gay mi fa spanciare dalle risate. Suggerirei a qualcuno di queste ziette dei gay pride, di farsi dare in prestito la voce dalla Jervolino. Sai che spasso!

Piedone ha detto...

E qua, Nessie, altro che gay pride, tu vuoi proprio una sfilata di trans. Sadica!

Razza Piave ha detto...

Gentilini non fa altro che estirpare la feccia e tirare a lucido la città facendo rispettare la legge.
Se questa è una colpa, allora è colpevole.
I sodomiti non sono una razza, sono una casta, purtroppo potentissima.

Anonimo ha detto...

Non pensavo esistesse ancora gente cosi' retrograda, intollerante e profondamente anticristiana. Sono disgustato. E lo chiamiamo Occidente.

Simone

Massimo ha detto...

Simone, il tuo contributo è quanto mai illuminante: ve la suonate e val cantate da soli senza aver alcuna conoscenza della realtà. Quando poi si reagisce fate gli offesi e non sapete far altro che offendere. Ecco perchè la necessità di un blog come questo che dia visibilità a quella maggioranza che non vuole più essere silenziosa.

Lontana ha detto...

Negli USA, qualche mese fa, un pompiere é stato punito perché si era rifiutato di partecipare al gay pride..

Comunque é sicuro che dopo l'indigestione di "libertà sessuali" con le annesse malattie, ci sarà una restaurazione. La liberazione sessuale dal '68 in poi, comincia a dar segni di vecchiaia e di assuefazione al prodotto.
Per questo la propaganda gay é sempre piu' frenetica.