domenica 25 novembre 2007

Sessuofobia

2007-11-21 20:47
Usa, carta identita' senza sesso
Polemiche dopo decisione del comune di San Francisco
(ANSA) - NEW YORK, 21 NOV - A partire dall'agosto 2008 il comune di san Francisco comincera' a emettere carte di identita' senza indicazione di sesso. Foto, data di nascita, generalita' del titolare saranno presenti come sempre, ma manchera' la casellina che attualmente identifica l'appartenente come maschio o femmina. Inevitabili le proteste dei movimenti conservatori: per Sprigg del Family Research Council, le carte senza sesso ''incoraggiano l'idea che l'identita' di genere e' flessibile''.

L’apice dell’imbecillità sessuofobica, che neppure la tanto vituperata Inquisizione aveva mai raggiunto, ci appare nella notizia battuta dall’Ansa e relativa alla città più amata dagli omosessuali e dagli omofili degli Stati Uniti e probabilmente del mondo.
Qui c’è poco da commentare, la notizia dice già tutto: la cancellazione delle differenze sessuali tramite la cancellazione del sesso nei documenti di identità.
Probabilmente gli struzzi sono più responsabili e attenti alla realtà anche quando nascondono la testa sotto la sabbia.
Un tratto di penna in più (e un carattere identificavo in meno) per fare un altro passo verso la deriva morale che rende San Francisco la moderna Sodoma (in attesa che sia distrutta come l’antica, magari a causa del famoso Big One).
L’esultanza, che sicuramente troverà emuli anche in Italia, per quella decisione mostra con ogni chiarezza come gli omofili siano – in gran parte: voglio sperare che qualcuno con la testa sulle spalle ci sia ancora anche nelle loro fileossessionati dal sesso, che i capricci che vendono come “diritti” siano, in realtà, manie, magari inconsapevoli, magari senza danni immediati al prossimo, che discendono da un rapporto sbagliato con il sesso.
Insomma, i sessuofobi sono loro, non noi ...


Entra ne

40 commenti:

Veritas79 ha detto...

Io pretendo che siano cancellate dalla carta d'identità le altezze allora: ho le vertigini e voglio essere tutelato in quanto tale, le altezze, qualsiasi, mi spaventano, anche leggerle sulla carta d'identità. E di carte di identità, per mestiere, ne leggo tante.

Veritas79

Piedone ha detto...

Non mi meraviglia che la cosa sia partita da San Francisco...

Anonimo ha detto...

Per la prima volta leggo qualcosa di sensato su questo blog, peccato che qua non si tratta di una questione di omofilia, ma semplicemente di imbellicità (che a quanto pare è riuscita pure a surclassare la vostra) del politically correct

Salo ha detto...

Amo gli USA perchè San Francisco è solo l'eccezione che conferma la regola.

Massimo ha detto...

Anonimo. L'imbecillità deriva essenzialmente dalla tracimazione degli omofili ed è diretta conseguenza della mania di accontentare i capricci degli omosessuali.
Se non si desse retta/peso alle loro richieste, non arriveremmo a questo punto.

Salo, concordo :-)

Gwath ha detto...

Salo e Massimo, io lo spero tanto che sia solo un'eccezione.
Lo spero con tutto il cuore....

Veritas79 ha detto...

Salve,

volevo chiedere, come mai in questo blog non si è mai parlato di Michael Glatze?

Veritas79

rob ha detto...

A me piace come idea, la trovo una forma di rispetto nei confronti delle persone con crisi di identità di genere. E poi se si è sicuri del proprio sesso non dovremmo spaventarci se manca la M o la F su un pezzo di carta.

Piedone ha detto...

Eh sì, certo, così magari io che mi sento in crisi posso cambiare genere a mio piacimento.
Forse, a questo punto, sarebbe più razionale togliere di mezzo il pezzo di carta,ovvero la carta d'identità, perchè tanto non assolve a nessuna funzione ed è solo un fastidio. Ti pare?

rob ha detto...

No non penso. Penso che cmq c'è gente che si trova in difficoltà a definire il sesso del proprio interlocutore: in questo modo si evitano equivoci e brutte figure e si rispetta il sesso di chi è in transizione o di chi ha entrambi i sessi dalla nascita e finora si è sentito "diverso".

Veritas79 ha detto...

Rob, così tanto per chiederti, perché alimenteresti un disturbo sull'identità di genere, e per esempio non tollereresti che un cleptomane ti freghi qualcosa?

Attendo risposte.

Veritas79

rob ha detto...

Ma tu pensi prima di scrivere? Davvero paragoneresti il disturbo di identità di genere alla cleptomania?
Questa è ignoranza pura ragazzi.

rob ha detto...

Il cleptomane mi ruba qualcosa, chi ha un disturbo di genere, il disturbo l'ha solo lui e a me non da alcun fastidio

ognuno è libero di essere ciò che gli pare per me, basta che non venga a danneggiare me; piuttosto sembra e in un qualche modo danneggi voi, anche se non capisco come

Piedone ha detto...

Bene, allora togliamo di mezzo l'altezza, perchè i bassi si sentiranno discriminati, il colore degli occhi perchè, anche quelli, sono "in transizione"( SIC!), la nazionalità perchè è fonte di equivoci. Io per esempio alla voce cittadinanza vorrei veder scritto Regno delle Due Sicilie, perchè devo essere discriminato ed essere condiderato italiano ?

Insomma, perchè non la insegnano più la differenza che c'è tra un uomo ed una donna?
A proposito, Rob, tu cosa sei?

Anonimo ha detto...

Se gli Omossessuali fossero rispettati come si deve, cioè uguali agli etero, tutti questi discorsi serebbero inutili, i pax sarebbero superflui, e un transessuale in tv o al geverno farebbe odiens solo se ha dei contenuti, non solo perchè è una mosca bianca.

Pensateci, quello che mi da più fastidio sono quelli che sono omofobici e poi cantano le canzoni dei Queen, o vedono i video hard con femmine che si scambiano effusioni e gli piace, COERENZA, COERENZA.

AlexandrosXIII

Veritas79 ha detto...

Per Rob: scusa, ma l'ignorante sei tu. Il disturbo di un cleptomane non è colpa sua. Non ci può fare niente. Chi ha un disturbo di genere, se me lo ritrovo nel mio bagno al ristorante mi imbarazza e mi infastidisce. A me la Gardini sta veramente antipatica, ma la capisco perfettamente se si trova Luxuria nel proprio bagno che le dia fastidio.

Io dico che TU dovresti pensare un pochettino prima di scrivere certe castronerie. Se a TE non invade i tuoi spazi, sappi che io preferisco che mi si rubi il portachiavi piuttosto che trovarmi un tizio ambiguo mentre faccio i miei bisogni.

Devi capire che quel che pensi tu non è quel che pensano tutti.

Essere trans è un disturbo mentale, ci prendi la pensione di invalidità... per me già basta questo per dire che la cosa va guarita e non incoraggiata.

Veritas79

Massimo ha detto...

Gli omosessuali hanno gli stessi diritti e doveri degli altri cittadini.
Se poi pretendono dei privilegi, allora è diritto e dovere degli altri cittadini impedire una simile discriminazione (costosa) a loro danno.

rob ha detto...

A parte il fatto che qualcuno si è firmato a nome mio, direi che 1-non credo sia fondamentale sapere COSA sono ma ciò che penso; 2-il cleptomane ti fa un torto, il transgender no, e se te lo crea il problema non è il suo ma il tuo che hai problemi di razzismo; 3-il transgenderismo è un modo di essere e come l'omosessualità NON si cura.
E se credi che tutti i transessuali stiano lì a fissarti l'arnese mentre sei in bagno ti sbagli di grosso, e questo è un altro stupido mito che voi etero maschilisti vi siete messi in testa.

Piedone ha detto...

1) Ok, Roberto, allora sulla carta d'identità scriviamo i pensieri. Se uno ha tanti pensieri scriviamo un poema epico, se non ne ha affatto basta la scritta SCEMO. Il problema sorgerebbe solo per i bugiardi.

2) Il travestito invece a me lo fa il torto e, se credi che sia così perchè sono razzista, significa che mi dai ragione perchè consideri i travestiti una razza a parte, quindi sei razzista anche tu. Razzista verso gli uomini e le donne.
E' LOGICA!

Per quanto riguarda la tua postilla, ti smentisco subito: se incontro una persona, la considero sempre o uomo o donna. TERTIUM NON DATUR! E se ci sono dubbi, io meno!

Veritas79 ha detto...

Per l'anonimo: gli omosessuali, i pax, quanti discorsi... ti riempi la bocca... ma alla fine? Io canto le canzoni di Freddy Mercury perché è UN GRAN CANTANTE, che mi frega se era omosessuale o no? Devo giudicare i Queen per la musica che fanno, non per le scelte sessuali dei loro componenti. Se tu fai un discorso del genere sei TRISTE.

Per Rob: perché non inizi a usare le parole giuste? Razzismo? La razza è qualcosa di cui non sei responsabile. La tua transessualità, sì. Il transgenderismo, poi, non è un modo di essere ma un DISTURBO PSICHIATRICO, ad oggi è ancora considerata una PATOLOGIA e ci prendono LA PENSIONE DI INVALIDITA'.

Devo spiegartelo con una powerpoint?

Veritas79

Shin ha detto...

Una domanda.

Pensateci bene.

Vorrei risposte.

A S.Francisco, quindi, tutti i bagni saranno UNISEX, no?

Perché se levano le differenze solo dalla carta di identità ma le tengono nei locali pubblici, è una gigantesca ipocrisia, o sbaglio?

Shin

Piedone ha detto...

aeeee, dobbiamo pure pagargli la pensione di invalidità?

Piedone ha detto...

SHIN, è anche antigienico.

Anonimo ha detto...

Citazione:
"Io canto le canzoni di Freddy Mercury perché è UN GRAN CANTANTE, che mi frega se era omosessuale"

Quello volevo leggere. Hai centrato in pieno la mia provocazione è mi hai affondato. Esattamente così, tu aprezzi un gay per quello che sa dare non lo giudichi perchè gay

Citazione:

"Devo giudicare i Queen per la musica che fanno, non per le scelte sessuali dei loro componenti."

E la parte più bella della tua risposta, sei andato oltre le apparenze.
Ti stimo per questo post.
Ripetilo fino alla nausea questo concetto.

P.S. il mio nik è AlexandrosXIII
ovvero Alessandro Fiderio classe 79

Veritas79 ha detto...

Ti ringrazio. Io ho sempre dimostrato di non avere pregiudizi.

Però devi ammettere che esistono gay che stranamente asoltano solo musica di cantanti gay, per fondamentalismo. Fortunatamente non sono tanti.

Veritas79

Anonimo ha detto...

veritas79 tu hai sempre dimostrato di non avere pregiudizi! ma se per te i gay vanno curati!

Alessandro ha detto...

Citazione:
"Però devi ammettere che esistono gay che stranamente asoltano solo musica di cantanti gay, per fondamentalismo. Fortunatamente non sono tanti."

A riprova che etero e gay sono uguali, vi è il discorso su gli estremisti, e devo darti ragione in pieno.

Una cosa notata sui commenti, tendete ad alzare i toni della discussione, ed arrivare quasi ad insulti diretti. Quasi a tentare di imporre le propie idee sugli altri, ogni testa è un mondo nel bene e nel male, magari mi sbaglio!

Veritas79 ha detto...

Guarda, io personalmente nonostante il solito idiota che dice che ho affermato che i gay vadano curati (secondo me ho sempre affermato che vadano sostenuti, il che è diverso), ho la mia opinione, e non sempre è la stessa degli autori di questo blog del quale sono solo ospite.

Le mie idee sono sul mio blog.

Veritas79

AlexandrosXIII ha detto...

Mi madi il link del tuo bolg che provo a farci un giro. anche via e-mail

Massimo ha detto...

Il blog di Veritas è "Nessuno nasce gay" e il link lo trovi nella colonna di destra sotto "siti e aggregatori consigliati".

Veritas79 ha detto...

Basta cliccare sul mio nick in blu tutte le volte che rispondo ad un commento.

Veritas79

Anonimo ha detto...

veritas79 è proprio perchè ho visto il tuo blog e le tue affermazioni qui che si deduce che in realtà per te i gay sono soltanto dei malati

Piedone ha detto...

perchè, non è così?

Veritas79 ha detto...

Anonimo, allora scusami, ma te lo dico francamente: non è che tu capisca granché!

Spreco pure tempo a risponderti!

Veritas79

Gwath ha detto...

Quello che Veritas rivendica (se ho capito bene), è la LIBERTA' DI SCELTA.

Quella libertà che gli omofili negano, attraverso stereotipi culturali e falsità scientifiche.

Ingabbiando così le persone nell'illusione di uno status che non potranno mai cambiare.

Essere omosessuali è una scelta.

Se è vero che una persona ha il diritto di essere omosessuale, allora è anche vero che ha il diritto di essere eterosessuale.

E' come se un genitore obbligasse il figlio a fare sempre il fornaio, non concedendoli nessun appiglio possibilistico di poter essere altro di un fornaio.

Mentre si vedono che coloro che decidono di fare una strada diversa dall'essere gay (che erano fino ad allora), vengono mortificati, ostracizzati, come se avessero compiuto la più grave delle colpe. QUESTA NON E' LIBERTA'.

Rivendicare e ribadire LA VERITA' che nessuno nasce gay, vuol dire rivendicare LA LIBERTA' di essere veramente se stesso, senza impedimenti di nessun genere.

Vedere filmato AGAPO su You Tube:

parte prima: http://it.youtube.com/watch?v=6G-nB4-XBGY

parte seconda: http://it.youtube.com/watch?v=cM5uuDnvlWE

[Veritas spero il tu pensiero di averlo interpretato nel modo dovuto.]

Veritas79 ha detto...

Gwath, hai capito abbastanza bene il mio pensiero.

Tutti devono sapere la VERITA', non si nasce omosessuali.

La gente etero spesso lo crede perché non riflette, perché i gay vanno in giro a dire di essere nati così... e tutti credono che allora sia così. Ma è ovvio che una persona che sente un disagio, preferisce sentirsi dire che è normale piuttosto che il contrario.

Stiamo rovinando un sacco di persone. Ed è grave. Dobbiamo fare qualcosa, cercando di far capire alla gente che noi non siamo QUELLI CATTIVI.

Alla fine, per me un gay PUO' essere gay. Ma la vedo come un fumatore PUO' essere fumatore. Un fumatore fa male a sè e fa male agli altri. Un gay fa male a sè e spesso fa male alla società.

Potrei essere egoista, potrei dire "chi se ne frega", tanto ora che i gay in Italia ottengano il matrimonio (meno grave) e l'adozione (molto più grave), passeranno talmente tanti anni che io non potrò vedere gli effetti sulla società perché sarò morto.

Ma ho una coscienza razziale che mi impedisce di farlo.

Veritas79

Piedone ha detto...

I commenti non pubblicati sono stati da me rifiutati per via di minacce camorristiche nei confronti dell'amico Veritas79, definito tra l'altro "frocetto". Offesa insopportabile: i froci non si accettano.

Veritas79 ha detto...

Piedone, ti ringrazio... anche se tranquillo, le minacce di quattro pezzenti non mi spaventano, so di dire solo la Verità.

Comunque il mio amico Mz mi faceva notare che con questa legge si vince tutti... potremo entrare nelle toilettes delle signore e se ci vorranno sbattere fuori, potremmo mostrare la carta d'intetità SENZA SESSO per cui dovranno per forza ammetterci.

Non trovi?

Veritas79

Piedone ha detto...

Molto antigienico, però:-p

Razza Piave ha detto...

i sodomiti sono solo esseri traviati animati dalla luxuria più diabolica.
il resto sono buonismi ipocriti