martedì 18 dicembre 2007

Il mio buon vecchio pallottoliere e la sinistra

Entra ne

Ormai sono anni, ma ultimamente lo fanno in maniera più accentuata, che i media ci propongono stili di vita e, perché no, diciamo pure una morale, che solo fosse stata proposta una decina d'anni fa ci saremmo tutti guardati in faccia per cercare di capire se eravamo sempre sul pianeta Terra oppure ci avevano trasportati tutti, a nostra insaputa, su un altro pianeta di un altro sistema solare.
Esempio: Da un po' di tempo La 7 verso le 23.00 di una sera della settimana, dopo il programma di prima serata, manda in onda una puntata di una serie di telefilm. Niente di male, direte! Infatti! Io in genere a quell'ora sono al Pc e sono più interessato a quello che sto facendo piuttosto che ai programmi della televisione, che tengo accesa più per abitudine che per altro. Tant'è, anche non volendo, ogni tanto un orecchio ce lo butti, e anche un'occhiata.
Quindi finisce che mi rendo conto che, anche se distrattamente, sto seguendo una puntata di telefilm dedicata all'omosessualità. Nella fattispecie in particolare dell'omosessualità femminile.
E vedi vicende di donne, in genere molto belle, che vivono la loro sessualità distorta in maniera più che normale, come se non fosse distorta, in un mondo che pare fatto per la maggior parte dai normali omosessuali che costituiscono famiglie, vivono le loro avventure e le loro gelosie tali e quali alle coppie che Dio ha creato.
Sarà! Ma a me quella gente non sembra tanto normale, perchè delle due l'una:

- o hanno dei grossi problemi a livello psichiatrico, perchè invece di sentirsi donne come i loro bei corpi reclamano, si sentono uomini (lo stesso vale per gli uomini omosessuali).. Un po' come quelli che credono di essere Napoleone..

- o hanno delle malformazioni fisiche in quanto pur sentendosi uomini con la testa hanno un bel paio di tette e, cosa di non poca importanza, sono menomati di un organo importantissimo per la riproduzione della specie.

Io ho sempre saputo che due più due fa quattro. Da un po' di tempo mi si vuole fare credere invece che la somma di due più due sia tre.
Per carità, tra di loro se la cantino pure come vogliono.. e l'ho sempre detto, sotto le loro coperte facciano quello che vogliono e come vogliono.
Ma non cambiatemi il mio buon vecchio, antiquato pallottoliere che mi fa vedere come e perchè la somma di due più due sia sempre quattro nonostante quello che cerchi di farti credere la sinistra del mondo.

Mica per altro, ma Fazio si lamentava con Prodi, ospite della sua trasmissione, chiedendogli come mai questo governo di sinistra non ha ancora fatto qualcosa per condannare l'omofobia.. E lì per lì ho pensato: "Ma come! Io lascio che gli omosessuali e i filo-sodomiti facciano quello che vogliono, con chi vogliono, basta che non mi impongano come normale la loro anormalità, e il mondo adesso dà addosso a me chiamandomi omofobo e pensa che debba essere punito per la mia normalità?".
Dov'è il mio pallottoliere?

Saluti

Le Barricate


62 commenti:

Rage against the bigoteds ha detto...

O mamma..la fiera dell'ingenuità.

Partendo dal fatto che l'autore del post non ha ben compreso che le lesbiche non si sentono uomini e gli uomini non si sentono donne (quello si chiama disforia di genere che può essere più o meno marcata e si risolve, nei casi più estremi, con il cambio di sesso), mi pare evidente che l'autore sia rimasto al pallottoliere in molte cose, soprattutto quando ha deciso di far abdicare la ragione in favore delle favolette che gli sono state raccontate (il mondo è solo bianco e nero, gli omosessuali sono tutti malati etc etc)

p.s.: signor Le Barricate..lo sa vero che la terra non è piatta ma tonda? no visto tanto per essere sicuri!

Liberi Atei

Le Barricate ha detto...

..Sì me lo avevano detto! Ma lei lo sa che la Terra, essendo tonda, ha anche due poli, uno positivo e uno negativo? Il terzo polo non l'hanno ancora scoperto. Ma c'è la Margherita Hack, che prima o poi lo scoprirà per farti contento e lo chiamerà polo diversamnente positivo ;) come si usa dalle vostre parti!
A me il mio pallottoliere, please!

Rage against the bigoteds ha detto...

Se lei avesse studiato saprebbe che la terra ha i poli perché è tonda, anzi proprio perché non lo è. Inoltre sarebbe gentile a spiegarmi il senso della sua battuta, perché con tutta la buona volontà è difficile trovarne uno.

Se Margherita Hack scoprisse un terzo polo, ne troverebbe sicuramente un quarto, visto che non esistono poli magnetici singoli, ma di certo tale scoperta sarebbe dimostrabile scientificamente e innegabile, o sarebbe rigettata dalla scienza come verità.

Liberi Atei

Le Barricate ha detto...

"Se lei avesse studiato"...

(complimenti per l'incipit)

"saprebbe che la terra ha i poli perché è tonda, anzi proprio perché non lo è"...

(sic! meno male che Lei ha studiato!)

"Inoltre sarebbe gentile a spiegarmi il senso della sua battuta, perché con tutta la buona volontà è difficile trovarne uno."..

(...mi permetta.. Lei forse ha studiato troppo se non capisce il senso di quanto legge, e mi creda, si vede!)

"Se Margherita Hack scoprisse un terzo polo, ne troverebbe sicuramente un quarto, visto che non esistono poli magnetici singoli, ma di certo tale scoperta sarebbe dimostrabile scientificamente e innegabile, o sarebbe rigettata dalla scienza come verità."..

(mi creda... se Le dicessi che si è risposto da solo, probabilmente non capirebbe il senso, ma va bene così, non si preoccupi.)

Massimo! Ma perchè mi coinvolgi in queste cose, sai benissino che non rispondo quasi neppure ai commenti nel mio Blog, perchè ti dicono tutto e il contrario di tutto e non si capiscono neppure..

Ciao Max :))

Veritas79 ha detto...

Signor Le Barricate,

come ben sa io spesso difendo le tesi di questo blog, sono però in contrasto con il suo post, poiché non è vero che gli omosessuali si sentono di appartenere al sesso opposto. Li confonde con i transessuali. Gli omosessuali sono attratti da persone del proprio sesso pur essendo fisicamente identici agli eterosessuali. E per fisicamente intendo come conformazione bio-fisiologica.

Il fatto che diversi si atteggino a "checche", o che alcune lesbiche si comportino da "maschiacci" è solamente ed esclusivamente un problema di origine socioantropologico, perché si fanno influenzare dagli stereotipi.

Per capirci meglio, quando frequentiamo spesso e a lungo persone, prendiamo da loro alcuni atteggiamenti, specialmente se queste persone ci piacciono.

Per gli omosessuali che si comportano in modo femminile, questo avviene frequentemente.

A livello teorico, è impossibile distinguere un omosessuale da un eterosessuale, poiché l'omosessuale di femminile, a livello fisiologico e cerebrale, non ha niente. Zero. Niet.

Continuare a pensare che l'antropologia e la sociologia non c'entrino nulla con l'omosessualità è una cosa che la lobby omofila sta tentando di insinuare con successo. In realtà, più saranno dati diritti e visibilità agli omosessuali, più, essendo uno stato MENTALE e NON BIOFISIOLOGICO, aumenteranno gli omosessuali.

Per questo la lobby omofila insiste su 3 argomenti:

1) Si nasce gay. (FALSO, ma viene spacciato per vero cosicché si sposti il problema dal socioantropologico al biofisiologico).
2) I gay sono sempre gay, se uno scopre a 40 anni di essere gay vuol dire che lo era sempre stato, se un gay diventa etero vuol dire che non era mai stato gay. (FALSO, ma viene spacciato per vero cosicché si cancelli l'ipotesi socioantropologica)
3) I gay sono sempre nella stessa percentuale, solo che prima si nascondevano, ora no (FALSO, ma viene spacciato per vero per i motivi di cui sopra)

E su questo bisognerebbe davvero riflettere.

Veritas79

Le Barricate ha detto...

Sig. Veritas79, apprezzo il Suo tono educato e Le rispondo brevemente su alcuni punti:

"come ben sa io spesso difendo le tesi di questo blog..."

No! Non lo so! MI dispiace...

"sono però in contrasto con il suo post, poiché non è vero che gli omosessuali si sentono di appartenere al sesso opposto."

Mi scusi, senz'altro ha ragione Lei, ma quando una donna omosessuale si aiuta con una protesi per cercare di fare l'amore con un'altra donna e quindi darle soddisfazione, se non sente di appartenere al sesso opposto perlomeno finge molto bene, di volerlo, o no?

"Gli omosessuali sono attratti da persone del proprio sesso pur essendo fisicamente identici agli eterosessuali. E per fisicamente intendo come conformazione bio-fisiologica...Il fatto che diversi si atteggino a "checche", o che alcune lesbiche si comportino da "maschiacci" è solamente ed esclusivamente un problema di origine socioantropologico, perché si fanno influenzare dagli stereotipi.

Per capirci meglio, quando frequentiamo spesso e a lungo persone, prendiamo da loro alcuni atteggiamenti, specialmente se queste persone ci piacciono.

Per gli omosessuali che si comportano in modo femminile, questo avviene frequentemente.

A livello teorico, è impossibile distinguere un omosessuale da un eterosessuale, poiché l'omosessuale di femminile, a livello fisiologico e cerebrale, non ha niente. Zero. Niet."..

Infatti! Lei pensa che io abbia scritto delle cose tanto diverse da quelle che ha scritto Lei stesso?

Credo di aver detto proprio questo, ma per carità è giusto anche dire le stesse cose in più modi, l'importante sarebbe capirsi, ma forse non è essenziale.

Piacere di averLa conosciuta!

Ciao Max :)

Massimo ha detto...

Caro Ineff è bene toccare con mano come ragionano costoro, anche per trovare la voglia di contrastarli. Per troppo tempo si è considerato il problema omosessuale a livello di folklore mentre gli omofili costruivano la loro ragnatela. Non è mai troppo tardi per invertire la rotta.

Veritas79 ha detto...

Per Max:

Sul fatto che le donne lesbiche usino protesi falliche, la cosa mi ha sempre incuriosito, lo ammetto. Non piace loro quello vero ma poi lo sostituiscono con uno finto?

Veritas79

Lesbian is better ha detto...

Mi rivolgo al proprietario del blog: credi che convincerti che l'omosessualità sia sbagliata, contronatura, eviti che tu un giorno ti possa scoprire gay? Perchè tutto può succedere..

In ogni caso, io sono lesbica. Non uso falli o oggetti nei rapporti sessuali come dici tu. Non mi piace più di tanto la penetrazione. Come in parte dice veritas79, perchè preferire un fallo finto ad uno vero? Bè, non è solo il problema del fallo si o no. Di una donna attira il fisico, il seno, e altre parti del corpo. Cose che quindi un uomo non ha. Quindi, sia alle donne omosessuali a qui piaccia la penetrazione, sia alle donne a cui non piaccia, non è tanto "il modo" in cui si hanno rapporti, che è soggettivo, ma è con chi. Quindi è un discorso che non può essere generalizzato

Massimo ha detto...

Gentile signorina. Qui "il proprietario del blog" sono una decina di Autori che scrivono post quando ne hanno tempo, voglia e ispirazione.
Per quanto mi riguarda credo che ben difficilmente scoprirò a 50 anni di avere tendenze anomale, ribaltando quelle di una vita :-)
E sarei pronto a scommettere anche a favore degli altri coautori :-)

Quanto al problema "fallo vero/fallo finto", francamente, non riesco a proprio ad interessarmene ... :-D

Chiara ha detto...

Mi permetto una precisazione rapida...(anche perchè devo rispondere ancora all'altro post di Massimo... non vi sto più dietro pazienza direte voi che ci frega...)

Ma scusate, (questo vale anche per le donne eterosessuali presenti) sia quelle omosessuali... credete davvero che in un uomo una donna etero trovi attraente solo il fallo? o.O
E scusate credete davvero che una donna omosessuale usi sul serio oggetti? O che sia una rappresentazione pornografica?

Che certe donne lo usino francamente non mi importa, ma non crediate che le lesbiche trovino attraente il fallo... scusate se no vado a trovarmi un uomo...
E' la donna...che attrae la donna omosessuale, dalla sua interiorità alla sua esteriorità femminile.


Chiudendo una parentesi, tutto sommato, squallida... in ogni caso trovo anche io(lesbica) al quanto irritanti alcuni programmi cult lesbici... o finti similari.
La strumentalizzazione della mia diversità non mi è mai andata a genio, se ad altre donne lesbiche va giù... a me no.

Veritas79 ha detto...

Io comunque sono d'accordo, a parte sull'uso del "qui" al posto del "cui", che "lesbian is better." Ammetto che è un filone erotico che in me trova ampi consensi. Mi piacerebbe prima o poi avere la possibilità di avere un rapporto con due donne, così, per sfizio.

Veritas79

Rage against the bigoteds ha detto...

Bhè credo che l'autrice del post si riferisse al signor veritas, che sembrava incuriosito, dimostrando come sempre la superficialità con cui si affrontano certi argomenti, basterebbe un minimo sforzo per comprendere che l'amore non è solo un pene o una vagina (capisco che per molti sia difficile andare oltre tale binomio, ma provare non costa nulla).

www.liberiatei.blogspot.com

Veritas79 ha detto...

Quando leggo le interpretazioni che certa gente riesce a dare alle mie frasi, capisco perché guardando la stessa azione Mughini dice che c'era un rigore e Mosca dice di no... alla fine l'intelligenza di questi ultimi e la pertinenza con il discorso in esame sono molto simili a quelli circa il mio intervento.

Veritas79

Veritas79 ha detto...

Ah... a proposito, sono giorni che mi chiedo cosa voglia dire "Rage against the bigoteds".

Forse il tizio in questione non sa neanche che "BIGOTTI" in inglese si dice "BIGOTS" non "BIGOTEDS" (inesistente).

Perché farsi il figo a scrivere in inglese se si fa un errore così marchiano, ripetuto in cima a tutti i suoi interventi???

Forse perché vuole riassumere i suoi interventi in una frase? Sembrare colti perché si spera che la gente non sappia che si è ignoranti?

Rage... davvero, io prima di darmi un nick con un errore enorme, mi informerei su come si scrive.

Ma è sintomatico, da quando ti leggo su questo blog, scrivi cose senza senso senza informarti sugli argomenti di cui parli.

E non dirmi "Ti appigli ad un nick"... sotterrati che fai prima.

Veritas79

Rage against the bigoteds ha detto...

Direi che l'ultimo intervento dimostra chiaramente, sia il livello di civiltà del signor veritas, che è passato a darmi del tu, sulla base poi di quale rapporto di confidenza non saprei.

Riguardo poi ai contenuti dei suoi discorsi è sempre più chiaro come siano sempre meno, infatti (come si è risposto da solo) ormai non riesce più che ad aggrapparsi a errori di scrittura o a "gli omosessuali fanno schifo e vanno curati..però due lesbiche mi sconfinferano".
Deprimente e basta.

Inoltre se il signor veritas avesse un vocabolario di inglese in casa (ma sono sicuro di no) scoprirebbe che la parola "bigoted" esiste eccome, solo che è un aggettivo, mentre avrei dovuto usare giustamente la parola "bigot" che è il sostantivo.
Magari prima di far notare gli errori degli altri, converrebbe evitare di fare lo sbruffone commettendone altri..perché la figuraccia è doppia.

Riguardo al sotterrarsi si tranquillizzi che sto bene dove sono..lei piuttosto corra a comprarsi un vocabolario, così magari lo legge una volta nella vita.

www.liberiatei.blogspot.com

Veritas79 ha detto...

Al signor "bigoteds": forse non ha capito, "Rage against the bigoteds" in inglese non vuol dire niente.

Si inventi le cavolate che vuole, ma non vuol dire NULLA. (tant'è che se si ricerca su google dà meno di 100 risultati di cui la maggiorparte sono appunto di "RAGE AGAINST THE BIGOTEDS" su vari blog)

Eh... pazienza... tanta pazienza.

Comunque per quanto riguarda il discorso delle lesbiche: non ho mai detto che gli omosessuali vanno curati. Eh... fra tante cavolate che scrive lei non è che deve necessariamente pensare che ne scriva pure io.

Veritas79

Veritas79 ha detto...

Scusate. Ho scritto una cretinata.

"The bigoteds" non esiste.

Google da 9 risultati, e sono tutti di "Rage against the bigoteds".

Avevo sbagliato a digitare. Capita.

Come al tizio in questione capita di scrivere cretinate, e non contento, di ribadirle permettendosi pure di insultare chi gli fa notare la sua idiozia.

Veritas79

Kinnetik ha detto...

Il detto vivi e lascia vivere no eh?
Tanta ignoranza non la concepisco..

a.f. ha detto...

effettivamente nei commenti ci troviamo di fronte a qualcosa di grottesco.
Falli finti e wannabe partecipanti a threesome: vorrei segnalare, così en passant e senza pretese di verità, che il mondo là fuori non è un film porno. Vi sarà certamente capitato di notare che è difficile che chi vi consegna le pizze a casa non potendovi dare il resto si prodighi in un interminabile sessione di sesso orale...
Per l'amor di dio, pensare che un rapporto omosessuale tra donne si consumi solo ed esclusivamente tramite pisello di gomma è un'idiozia indegna e vergognosa. Così come credere, come giustappunto faceva notare Chiara, che una donna eterossussale sia attratta da un uomo solo per quello che ha in mezzo alle gambe.
Vedete, simili considerazioni mi fanno pensare, ma sicuramente sbaglierò, che consideriate l'atto sessuale limitatamente al congiungersi dei genitali: diamine, c'è tutto un mondo la fuori!
Ripropongo a questo punto una domanda stupida proposta nei commenti ad altro post a cui fu data risposta beota: se l'uomo è essere naturale in quanto esiste in natura: perchè ogni sua pulsione sessuale non può essere definita naturale?
E se non si lede la libertà di un altro soggetto cosa c'è di sbagliato in una pulsione o in un atto?

Saluti.

Anonimo ha detto...

La funzione sociale degli uomini in quanto tali e delle donne in quanto tali è sotto gli occhi di tutti. Quello degli omosessuali non solo non è visibile, ma non esiste. Quindi non possono pretendere un riconoscimento di "categoria" se come "categoria" (peraltro inesistente) non svolgono funzione sociale.

Anonimo ha detto...

ho appena finito di leggere questo splendido intervento...e lasciatemi usare una nota profonda di sarcasmo in questa espressione..perchè definire ridicole queste righe è a dir poco minimizzare!
Allora...io sono GAY E FIERO DI ESSERLO!...leggendo quelle parole del tutto bigotte penso che la vera disgrazia sia la presenza di persone così antiquate e prive di valori morali moderni!
Io condivido l ultima battuta, sul fatto che ognuno ha una propria idea su cos'è la normalità... ma vogliamo guardare meglio le cose come stanno?!...tesori belli...non sono i gay a obbligare gli etero a comportarsi da omosessuali...bensì il contrario...tanto che i pestaggi e le violenze fisiche sono aumentate in maniera imbarazzante: teste di cazzo etero, che prendono a pugni ragazzi omosessuali solo perchè la loro idea di normalità viene tradita da dei principi base ai quali madre natura ci fa basare la nostra vita!
A parer mio la normalità è solo un fattore soggettivo che deriva dal modo personale che abbiamo di vivere la vita.
Ovviamente non considero normale i pedofili ad esempio...ma se la mettiamo sul piano sentimentale e delle preferenze sessuali, direi che ognuno è libero di scegliere, e dovrebbe aver il diritto di vivere in serenità la propria sessualità.
Oggi giunti al 2007, quasi al 2008, mi tocca leggere ancora una volta parole del genere!
Mi viene da piangere credetemi...l ignoranza che c'è nel mondo è una delle peggiori malattie che sta uccidendo la nostra realtà ormai deturpata da tragedie immani...
Vorrei inoltre copiare quì una lettera di protesta che io stesso ho scritto contro la kiesa...
perchè vorrei che quantomeno guardaste il punto di vista di una persona che ama, e per questo non vuol essere emarginata e derisa!

" forse qualcuno ne avrà già parlato in questo forum...ma siccome , avendo appena letto l articolo sul sito della "republica"...mi sento del tutto indignato...ho voluto aprire un piccolo post!
La notizia già vi sarà giunta alle orecchie...e cioè che per il papa noi siamo "L eclisse di Dio"....wow...niente male per colui che rappresenta Dio in terra...un Dio che predica la tolleranza...e la pace fra gli uomini!
A volte vorrei essere un pezzo grosso..per far si che la mia voce arrivasse all intera italia...se nn all intero pianeta...
Sono consapevole che il nostro caro e rispettabilissimo papa non verrà mai a leggere queste righe in questo forum specifico...col rischio di ECLISSARSI a sua volta insieme a noi...ma vorrei tanto dire la mia!
Sin da quando ero bambino...i miei genitori mi hanno sempre insegnato il rispetto verso gli altri...cosa che oggi metto in pratica...a volte non approvando alqune decisioni altrui...ma pur sempre rispettandole...
Quando avevo 11 anni...la prima cosa che al catechismo ci hanno trasmesso era la seguente "Dio non ti ama per quello che fai...ma nonostante quello che fai!!!!!!!!!!!!!!!!" ...ora...che razza di papa è colui che etichetta gli omosessuali considerandoli un errore di Dio?!?!...già mi sembra che a causa di certe menti retrograde ed ignoranti...ci tocca nasconderci...!...non ci è permesso nemmeno esprimere in publico il nostro amore verso la persona che amiamo....perchè c'è il rischio si essere malmenati da qualcuno...o addirittura arrestati per un solo bacio...( e vorrei sottolineare che le coppie etero adolescenti, poco ci manca e si mettono a scopare sulle panchine publiche...ma logicamente questo non è punito...esistono le leggi in merito...ma nel caso di coppie etero...si chiudono sempre entrambi gli occhi!)
Ora...coscienti che la vita di noi ragazzi attratti dal nostro stesso sesso, non è facile....pensavo che almeno la chiesa, desse appoggio a coloro che non ne trovano da nessuna parte...spesso e volentieri nemmeno dagli stessi genitori!
Invece il nostro caro e santo padre cosa fa?....ci mette sempre di più in cattiva luce......!...complimenti vivissimi....questa è la chiesa che tanto predica la tolleranza!!!...sono indignato..e disgustato!!
Ora...tutti sono stramaledettamente convinti che gli omosessuali , dopo la morte, finiranno all inferno....ora mi domando....MA CHI L HA DETTO?????????...fino a prova contraria...la bibbia...ed il vangelo sono stati scritti da comuni mortali....e se vogliamo dirla tutta...codesti scritti...sono passati dalle mani di milioni di persone...prima di arrivare nelle nostre librerie....
Ora vi invito a riflettere su un punto: visto e considerato che il nostro passato fa schifo proprio per l eccessivo moralismo...non pensate che i grandi della storia, coscienti che la gente ha sempre dato un grosso peso alla religione........non abbiano approfittato di una succulenta situazione del genere...per inculcare nella mente dei poveri ignoranti, che le fiamme sono l unico destino di una persona che è nata in questo modo...e non può far nulla per cambiare?!...
Se DIo ci ha messi al mondo con queste preferenze sessuali...vuol dire che non ha fatto alqun errore...e che probabilmente era questa la sua volontà!.....se Dio è l entità perfetta....bhe...come potrebbe creare milioni e milioni di persone omosessuali?!...tutti errori???...non credo...altrimenti non sarebbe considerato onnipotente!...
Caro papa Ratzinger...non so se si scrive così...ma poco mi importa....non sarai mai all altezza del tuo predecessore...lui a differenza tua...aveva Dio in se...e non milioni di pregiudizi, degni di una mente ignorante...come quella della massa che oggi ci impedisce di vivere in pieno!...è UNA VERGONA!!!
Sembra che l italia , come molti altri paesi, sia rimasta all età della pietre...ma se le cose stanno così allora, bruciamo le nostre proff...visto che i gay sono emarginati...non vedo perchè anche le streghe non debbano continuare a bruciare!!!
IO SO COSA VUOL DIRE AMARE...E SE DA QUESTI OCCHI MILLE LACRIME SONO SCESE, PER UN AMORE FINITO...VUOL DIRE CHE DIO MI HA ANCHE DATO LA CAPACITà DI AMARE...!...FORSE NON SARà L AMORE CHE TUTTI I GENITORI SI ASPETTANO DAI PROPRI FIGLI....MA SEMPRE AMORE è!...
IO CONTINUERò AD ESSERE ME STESSO...E SE UN GIORNO VERRò PUNITO PER NON AVER FATTO ALTRO CHE EVITARE DI PRENDERMI PER IL CULO FACENDO FINTA CHE AL CENTRO DELLA MIA ATTENZIONE CI STANNO LE RAGAZZE...ALLORA BRUCIERò ALL INFERNO....
SONO GAY...E FIERO DI ESSERLO!!! "

Questa lettera è stata acclamata da molti...forse perchè in fondo non dico minkiate!

concludendo io invito gli autori di questo magnifico post a passarsi la mano sulla coscienza...
e vi ricordo una cosa...nel caso in cui nelle vostre menti antiquate e contorte è presente la ferma convinzione che essere gay vuol dire scopare dalla mattina alla sera come conigli...

NOI AMIAMO...E L AMORE CARI MIEI..è UN SENTIMENTO CHE NON VUOLE SESSO NE VEDE DIVERSITà!
PRIMA DI ODIARE GLI OMOSESSUALI...IMPARATE AD AMARE...
NON ESISTE ODIO SENZA AMORE!

Cordiali saluti da un ragazzo 20enne omosessuale che ribadisce il suo orgoglio nell essere gay...e la sua fermezza nel tenersi stretta la sua identità!

ciao

Gay Christian ha detto...

"Pregate per quelli che vi perrseguitano", disse Uno di Noi.
Buon Natale anche a voi, e che l'Amore di Gesù Luce del Mondo vi illumini!

Piedone ha detto...

Mi fa ridere che il ragazzo ventenne, dopo aver scritto di non sapere come si scriva Ratzinger, gli abbia dato dell'ignorante. In realtà è lui a ignorare che Papa Benedetto è sulla stessa linea del Giovanni Paolo II, che il ventenne ha apprezzato. Come si dice? Culattone e raccomandato!

Anonimo ha detto...

Signore mio, grazie per aver messo al mondo i gay e le lesbiche, splendido esempio di toccante umanità: Cristiano gay, amici miei amatissimi gay e gay e lesbiche di tutto il mondo, io VI AMO DAL PIU'PROFONDO DEL MIO CUORE, fratelli miei benedetti in Cristo!!
Gesù sta per nascere ancora una volta e vi ama e benedice tutti

Carlo Asili

Veritas 56 ha detto...

Diritti gay: anche il Nepal davanti all'Italia

La notizia è davvero buona e mi arriva tramite Polvere di GG, ripresa a sua volta dalla BBC: la Corte Suprema del Nepal (sì, il Nepal, avete presente quel Paese sperso sulle montagne a sud della Cina?) ha ordinato al governo di abolire le leggi che discriminano gli omosessuali e di approvarne delle nuove che stabiliscano in modo chiaro i diritti civili di questi, in quanto "le minoranze sessuali devono godere degli stessi diritti degli altri cittadini".

I giudici della Corte suprema hanno scritto: "The government of Nepal should formulate new laws and amend existing laws in order to safeguard the rights of these people. Lesbian, gay, bisexual, transsexual and intersex are natural persons irrespective of their masculine and feminine gender and they have the right to exercise their rights and live an independent life in society."

(Trad.: Il Governo del Nepal dovrebbe formulare nuove leggi ed emendare quelle esistenti per salvaguardare i diritti di queste persone. Lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali sono persone naturali a prescindere dal loro genere maschile o femminile [di appartenenza] e hanno il diritto di esercitare i loro diritti civili e vivere una vita indipendente nella società)

Per le associazioni che si battono contro le discriminazioni si tratta di una "enorme vittoria". Da notare che in Nepal le leggi non criminalizzano apertamente l'omosessualità, ma parlano di "atto sessuale innaturale", che può comportare anche la pena di un anno di carcere.

E adesso chi glielo dice a Veltroni?

Carlo ha detto...

Auguro a queste fantastiche persone che hanno così paura (perchè è solo quello il problema) dell'omosessualità di sposarsi ed avere dei figli. Gli auguro in oltre che un giorno i bambini che avranno vadano da loro e gli dicano "Papà, Mamma, sono gay"... Spero che almeno in quelmomento provino a mettere in moto il cervello e non a chiedersi dove hanno sbagliato, così di renderanno conto che non è colpa di nessuno se uno è omosessuale... un po' di tolleranza è una follìa nel 2007??

Veritas79 ha detto...

Scusate avevo postato un commento che evidentemente non è apparso per cause tecniche.

Volevo solo dire a RAGE, che "The Bigoteds", cercato su google, fornisce solo 9 risultati e fanno tutti capo a lui.

Si è inventato un'espressione, glielo faccio notare, invece di dire che se l'è inventata o ha cercato male sul dizionario mi accusa? Ecco la gente con cui stiamo parlando. Neanche di fronte all'evidenza riescono a dire

"Ok, hai ragione tu."

Mah...

Buon Natale a tutti i non "Bigoteds"... quindi a tutti.

Veritas79

Veritas79 ha detto...

Per il ventenne: ci sono molti spunti di riflessione nel tuo intervento ma c'è una cosa che in realtà è totalmente opinabile. Tu pensi davvero che le coppie etero vengano lasciate fornicare in giro e quelle omosessuali no?

Beh, mi spiace ma è tutto il contrario: leggiti questo e ne riparliamo!

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=210871

Se voi gay venite trovati a fare orgie, a quanto pare, neanche vi possono arrestare, anzi siete voi che se vi lamentate ci mettete nei pasticci...

Veramente, sine verba.

Buon Natale a tutti i non "the Bigoteds" quindi buon Natale a tutti.

Veritas79

Massimo ha detto...

I commenti di questi giorni, mostrano come chi ha un problema, non riesce a comprendere il quadro generale in cui si inserisce la questione.
E’ lo stesso principio per cui un medico che cura se stesso è un pessimo medico.
A parte il folclore di Carlo Asili e Gay Christian che dimostra quanto estreme siano le posizioni omofile, leggiamo le solite argomentazioni che presumo i siti omosessuali pubblichino a raffica.
“Vivi e lascia vivere”.
Perfettamente d’accordo.
Gli omosessuali svolgano le loro pratiche nel loro privato, senza pretendere privilegi di legge e questo blog non avrebbe ragione di esistere.
Lo avevamo già scritto.
Pulsioni.
Noi Uomini abbiamo l’intelligenza che ci distingue e rende superiori alle bestie che sono preda delle loro pulsioni.
Anche questo già detto più volte.
Funzione sociale. Perfettamente d’accordo.
In altri commenti io lo avevo definito il “pregio” che manca acchè i capricci omosessuali possano avere una dignità sociale, politica, legislativa.
“Meriteresti un figlio omosessuale”.
Non so se Carlo se n’è accorto, ma anche questo argomento lo abbiamo già affrontato in un apposito post :-D

Infine un paio di precisazioni.
Soprattutto in questo periodo non siamo sempre a verificare se ci sono commenti da passare o meno.
Prima o poi li si guarda.
Naturalmente chi scrive “voglio vedere se avete il coraggio di pubblicare” o cose simili, non sarà pubblicato, esattamente come chi fa il copia e incolla di altri post. E’ sufficiente mettere il link ed esporre la propria tesi con parole proprie, magari escono anche commenti più brevi e più leggibili.

Anonimo ha detto...

sulle pulsioni sono d'accordo esiste l'intelligenza nell'uomo, ma no vedo per quali motivi un debba astenersi per forza dalle proprio pulsioni se non fa male a nessuno; tu forse fai sesso solo per procreare? penso di no, allora non levare o non pretendere ad altri levare piaceri, che invece a te ti concedi, per motivazioni inesistenti. poi non si capisce perché se un eterosessuale dà sfogo alla sua pulsione nessuno a nulla da ridire, mentre se lo fa un omosessuale questo debba essere giudicato o invitato a convertirsi o a limitarsi oppure a nascondersi.
insomma l'eterosessualità anche nel vizio assurge a virtù pubblica, mentre l'omosessualità debba sempre essere vizio privato e ostracizzata

dubium ha detto...

mio caro veritas se invece di cercare su google avessi cercato su un dizionario on line...

http://www.wordreference.com/enit/bigoteds

inoltre se avessi letto i giornali nei giorni successivi avresti scoperto che quei pompieri erano stati arrestati perchè fuori sede in orario di lavoro e non perchè avevano disturbato un orgia gay...

ma che vuoi ragionare con uno che si firma veritas...

cmq voi state tutto il di su google, wikipedia (solo quando vi fa comodo) e col naso nelle vostre treccani dalle definizioni tranquilizzanti...

troppo difficile alzare la testa e guardare il mondo fatto di persone in carne ed ossa...

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/gay-inchiesta-liberazione/gay-inchiesta-liberazione/gay-inchiesta-liberazione.html

Anonimo ha detto...

Sono gay, lo sono da sempre e non potrò cambiare, ne sono certo, vi voglio chiedere scusa se esisto ma non è colpa mia.

Rage against the bigots ha detto...

Guarda guarda, sto via un po' e trovo un accozzaglia di tristezze dette dal signor Veritas.

Prima di tutto è incredibile il livello di ignoranza in cui versano i giovani d'oggi (la ritengo giovanissimo perché non voglio pensare che una persona maggiorenne sia a questi livelli): se una cosa non la trovi su google, non esiste!!

Questa è la tragica situazione.

L'unica cosa che mi resta da fare è cercare di spiegare al signor veritas un paio di cosette:

1)c'è un mondo anche al di fuori di google..non ci crederà ma è così;

2)bigoted o bigoteds al plurale,esiste eccome nella lingua inglese, e significa bigotti, ma si tratta di un aggettivo (sa cosa sono gli aggettivi?), inffati l'ho erroneamente usato senza controllare che il sostantivo è diverso ed è bigot al plurale bigots.
Le ripeto, provi a comprarsi un vocabolario di inglese, magari impara qualcosa..almeno a come si usa un vocabolario.
Il nick "Rage against the bigots" (come vede l'ho modificato, così è contento, anche se resta ignorante in inglese) significa "Furia contro i bigotti".

www.liberiatei.blogspot.com

Massimo ha detto...

Altra infornata di commenti poi, a meno che qualche altro autore non se ne faccia carico, per me se ne riparla il 26 sera o il 27 (o dopo).
Se vi riducete in ben due commenti a disquisire sul nick (peraltro mutato) mi sembra che non abbiate compreso il senso della precisazione di Veritas - che gli fa onore - alle 16,45 del 23/12 a conferma di un commento rimasto in moderazione del 21/12 ore 14,21.

Anonimo delle 18,58 del 23/12. Nessuno vuole impedire il soddsifacimento delle proprie passioni, anche se Nicolosi offre una opportunità di canalizzarle, naturalmente, verso il sesso opposto. Ed infatti io (o chi si lascia andare alle proprie passioni eterosessuali, non chido alcuna legge di privilegio per tale attività :-D
Anonimo delle 21,13 del 23/12. L'articolo di Repubblica da conto di una iniziativa meritoria e mi fa piacere sapere che quelle terapie di gruppo, che richiamano quelle degli alcolisti, sono diffuse nelle parrocchie (non frequentandole - le parrocchie - non posso sapere se sia vero). Si potrebbe dire che adesso, "le cose giuste tu le sai" :-D

Anonimo delle 21,14 del 23/12. Che tu sia omosessuale è un problema tuo. La finalità mia e degli altri autori di questo blog è fornire una indicazione per chi volesse ricercare una soluzione al suo stato e creare un momento di opposizione alle spinte che vorrebbero dare privilegi di legge a pratiche private.

Veritas79 ha detto...

Per "Rage" und "Dubium" e cavoli vari.

Data la tremenda insignificante stupidità delle sue osservazioni, coincidente peraltro con quella di "dubium", le lascio un ultimo monito, dopodiché mi troverò costretto ad ignorare ogni sua osservazione riguardantemi, perché come si dice con i bimbi "non vorrei mettermi al suo livello.".

Se io cerco "the bigoteds" su google e trovo ZERO risultati a parte i suoi, anche un microcefalo si farebbe venire il dubbio che "the bigoteds" non esista. Come infatti è.

Dubium poi è ridicolo esponenzialmente, io ho detto e m sono corretto che non esiste

"THE BIGOTEDS"

e

NON

"BIGOTEDS"

infatti

NON
ESISTE

è CHIARO, così?

E' come dire "i stupidi" va bene perché "stupidi" c'è sul dizionario.

Comunque, io raramente perdo la pazienza, ma con gente così stupida non c'è proprio niente da fare.

Ah... ultimo appunto.
Io sono liberissimo e non sono ateo. Gli atei infatti sono convinti che Dio non esiste e sono obbligati a concepire una vita entro questi limiti.

Gli agnostici possono scegliere!

Veritas79, da oggi libero dai liberiatei :D

Rage against the bigots ha detto...

Evito anche di commentare l'arrampicarsi sugli specchi del signor veritas, sia perché con l'ultimo post ha messo bene in evidenza il suo livello di educazione e quello delle persone come lui. Per la pazienza, può benissimo evitare di perderla, come non la perdo nonostante mi senta dare dello stupido.


"Ed infatti io (o chi si lascia andare alle proprie passioni eterosessuali, non chiedo alcuna legge di privilegio per tale attività :-D"

Riguardo a questo commento del 23/12 alle 18,58 mi viene da sorridere..come si può pretendere qualcosa che si ha già?
Senza poi contare il continuo ripetere della parola "privilegi" quando nessuno ha mai chiesto privilegi, ma semplicemente di avere gli stessi diritti degli eterosessuali (perché ad oggi sono loro ad avere dei privilegi, essendo gli unici titolari di certi diritti [che quindi si configurano come privilegi]).

www.liberiatei.blogspot.com

Massimo ha detto...

Gli omosessuali hanno gli stessi diritti degli eterosessuali.
Il privilegio sussiste quando si fa una norma finalizzata all'utilizzo di un numero limitato di persone e che non rispetta alcun interesse generale.

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo delle 21,14 del 23/12, non ti conosco, ma fraternamente ti dico: no, invece, checchè ne dica Massimo il Discriminatore, che tu sia omosessuale non è affatto un problema tuo: perchè NON è un problema, se persone che ti considerano una razza a parte o una persona da curare non te lo fanno MALVAGIAMENTE vivere come TALE. Ti abbraccio

Carlo Asili, tuo fratello in Cristo

Rage against the bigots ha detto...

No signor massimo, gli omosessuali non hanno gli stessi diritti degli eterosessuali, non possono sposarsi come loro, ne godere quindi dei diritti riconosciuti e tutelati dal matrimonio.

Sono d'accordo con lei sull'ultimo paragrafo, infatti ad oggi il matrimonio è un privilegio degli eterosessuali, finalizzata all'uso esclusivo di parte della popolazione; quando il matrimonio sarà esteso a tutta la popolazione, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, allora sarà un diritto riconosciuto. Fino ad allora è un privilegio.

www.liberiatei.blogspot.com

info ha detto...

non capisco il problema del autore di questo blog, fanno( facciamo) del male a qualcuno? se Lei mi incontrasse per strada non lo saprebbe mai se non gle lo dicessi, e non gle lo direi in quanto quello che succede dentro il mio letto, nel mio cervello e tra le mie mura domestiche a Lei non deve riguardare.
Mi consenta, non è questione di destra o sinistra, ma di ottusità mentale o forse paura? Dubito si tratti di una forma mentis, in quanto esiste la variante animale dell'omosessualità, e dubito che un animale sia in grado di decidere cosa, ma è spinto da istinti...
Peccato che il livello del suo bel blog sia sceso cosi in basso, le certi pensieri andrebbero lasciati nel più profondo della mente.
Un salutone da un GAY o Frocio come preferisce, ma che ha più dignità di molti eterosessuali.

Veritas79 ha detto...

Fiera del banale. Ovvio che uno stupido non perda la pazienza sentendosi dare dello stupido.
Nessuno può perdere la pazienza se gli viene detto ciò che è.

Veritas79

Massimo ha detto...

Non mi è più consentito scegliere gli amici e quali idee sostenere ? Devo anche in questo caso avere l'imprimatur della lobby omofila ? :-D

"gli omosessuali non hanno gli stessi diritti degli eterosessuali, non possono sposarsi come loro, ne godere quindi dei diritti riconosciuti e tutelati dal matrimonio"
E qui casca l'asino (absiti inuiria verbis: si tratta di espressione popolare per indicare l'errore).
Nessuno vieta agli omosessuali di contrarre matrimonio, ovviamente ... secondo natura :-D

Info, nuovo arrivato, si è sicuramente perso le "puntate precedenti".
Quello che contestiamo è la pretesa di ottenere una legislazione di favore, equiparando il matrimonio alle pratiche sessuali omosessuali.
Quello che contestiamo - e stiamo cercando di rompere - è il silenzio che si vorrebbe portare alle soluzioni alternative allo status di omosessuale.
Liberi poi gli omosessuali di continuare ad esserlo.
In privato.

info ha detto...

In privato o non, io ho scelto il privato per miei motivi, per non essere giudicato dal primo che capita, visto che in questa società si giudica il prossimo e si danno le palette, società sorretta dal Vaticano, e qui non voglio commentare oltre, perchè i preti sono i primi omosessuali che si nascondono dietro la bandiera bianca...e troppo ci sarebbe da dire..o meglio dissentire.
Io ho gli stessi diritti di qualunque altro italiano pagante le tasse,non mi pongo il problema del matrimonio xche sono contrario alla chiesa, e se lo volessi fare andrei dove è possibile.
Non si può discriminare una persona solo per i suoi gusti sessuali, è da persone grette e piccole di cervello che non hanno altro di meglio da fare che pensare ai gusti sessuali del prossimo.
Nel mondo etero, se ne vedono di tutti i colori,dalle perversioni, scambi ci coppia, privè,orgie, cornificazioni varie, i marciapiedi sono pieni di donne di strada, ma ci si nasconde dietro l'ipocrisia del matrimonio, bello questo...dietro ad una famiglia che attende felice a casa... cogitate gente cogitate...il peccato è nell'uomo non nei suoi gusti sessuali.

Rage against the bigots ha detto...

Veritas, continua a dimostrare la sua bassezza..screditando così ogni sua idea. Come si dice..per riconoscere una stupido ce ne vuole uno più grosso..ma non importa. Si diverta nella sua banalità. ^_*

Signor massimo, lei continua ad affermare falsità con grossolani errori logici.
Al contrario di quanto sostiene lei, agli omosessuali viene vietato di sposarsi..lo dimostra il rifiuto che ad oggi i comuni oppongono alla richiesta delle pubblicazioni.
Inoltre lei continua a confondere l'uguaglianza con il privilegio, dimostrando gravi lacune in logica o peggio malafede, cercando di far passare l'uguaglianza di fronte alla legge per un privilegio degli omosessuali.
L'uguaglianza dinanzi alla legge è un diritto sancito dalla nostra costituzione, che le piaccia o meno.

www.liberiatei.blogspot.com

Massimo ha detto...

Il punto è che voi vi ritenete discriminati, ma non lo siete. Il punto è che le leggi esistenti sono sufficienti per regolare i rapporti tra le persone senza necessità di ulteriori sovrastrutture finalizzate solo ad accontentare i capricci di qualcuno. Il punto è che la vostra rabbia e i vostri insulti non cambiano la realtà delle cose, per cui un omosessuale può sposarsi ... secondo natura :-D

info ha detto...

Il matrimonio è tutta una bufala ed un controsenso, come può un omo sposarsi se la chiesa non lo accetta e riconosce come tele?ovvio che non si cerca un matrimonio, ma agevolazioni e diritti eguali ad un etero.ovvio che non è sensato in una coppia omo di adottare figli, i bambini per crescere bene hanno bisogno di una figura maschile ed una femminile.Qui si parla solo di agevolazioni fiscali e diritti di successione ove sia richiesto e sono diritti innegabili, perchè dal momento che mi vengono negati potrei non sentirmi più in dovere di pagare le tasse... che finiscono anche nelle tasche degli etero sposati che beneficiano dei diritti...

Rage against the bigots ha detto...

Lei continua a falsificare la realtà dei fatti (non che mi sorprenda). Quando un diritto è negato a parte dei cittadini di uno Stato, allora abbiamo una discriminazione, quindi i cittadini omosessuali, a cui viene negato il diritto di sposarsi, sono discriminati.
Nessuno chiede ulteriori sovrastrutture, si chiede di accedere ad una struttura che già esiste, esercitando così i diritti riconosciuti dalla costituzione.

A ben guardare gli ultimi post chi lancia insulti non sono certo io.

www.liberiatei.blogspot.com

Veritas79 ha detto...

Il bello è sentirsi accusati di omofobia quando, anche visibile su questo blog, sono sempre pronti ad insultare... e se tu dici stupido a qualcuno, si offendono... dopo commenti e commenti in cui ti insultano se tu provi solo a reagire... non l'avessi mai fatto!!

:)

Veritas79

Peppino ha detto...

@info:se si ragionasse come voi bisognerebbe dire che anche gli incestuosi sono discriminati,anche chi si vuole sposare con più donne,o chi si vuol sposare con più uomini è discriminato.
Lo scambio di coppie che tu citi,non centra niente,perchè chi lo fà mica pretende che sia riconosciuto dallo stato,e che quindi in quanto tale ci siano obblighi e doveri.

Peppino ha detto...

Guarda caso,poche ore dopo che avevo scritto il post,vado sul sito del corriere e scopro che in Spagna si parla di legalizzare anche la poligamia.
Ecco che succede quando si equiparano le coppie gay al matrimonio.

Massimo ha detto...

E' evidente lo stato confusionale che prende gli omosessuali quando si parla di questioni nelle quali sono coinvolte (e, ancora una volta, si dimostra come chi troppo è coinvolto, poco è in grado di discernere giudizi equilibrati).
Info, infatti, parla del matrimonio come se fosse solo una questione religiosa.
Il matrimonio di cui si parla qui è istituto civile, cui è dedicato un titolo del codice civile nel libro primo dedicato alla persona ed alla famiglia.
Poi, ognuno in base alla propria fede, può contrarre il matrimonio secondo la religione professata nell'assolvimento di un obbligo che non riguarda lo stato civile.
E non vi sono cause ostative al matrimonio di omosessuali, tanto vero è che la cronaca è piena di omosessuali sposati.
La foga con la quale liberi atei si scaglia contro chi "osa" ostacolarlo nel raggiungimento di una sua voglia non gli consente di capire che, come ho per ben due volte specificato, l'omosessuale può sposarsi ... secondo natura. Cioè può accedere all'istituto matrimoniale alla pari di qualsiasi altro cittadino eterosessuale, sposando, ovviamente, una persona di sesso opposto. Perchè il matrimonio è solo e soltanto quello tra un uomo e una donna, l'unico che abbia pregio sociale e civile, quindi l'unico che possa essere tale.

Tornando a Info che cita adozione (per "bocciarla") e successione, ricordo che, d'accordo sull'adozione, per la successione vi è la possibilità per chiunque di lasciare parte delle proprie sostanza tramite testamento, salvaguardando il diritto dei legittimari, nel nome della tradizione del patrimonio di famiglia.

Rage against the bigots ha detto...

Signor Massimo, lei continua a giudicare la realtà, lo Stato non può decidere con chi qualcuno si debba sposare, non credo che lei accetterebbe di doversi scusare solo con persone di colore, o solo con persone bionde, o solo con persone alte. Pertanto se lo Stato mi riconosce il diritto di sposarmi non può obbligarmi a sposarmi con una donna se io sono innamorato di un uomo. Pertanto le ripeto che come lei ha il diritto di sposare chi ama, così agli omosessuali è negato questo diritto mettendo in atto quindi una discriminazione.
Sul fatto che il matrimonio sia solo quello tra una donna mi permetto di contraddirla, sia perché il suo usare a sproposito i termini " secondo natura" dimostra la sua ignoranza della natura, come già precedentemente detto, sia perché la nostra costituzione non prevede differenza dei generi dei coniugi. Pertanto la discriminazione oggi posta in essere non ha nessuna base giuridica.
Riguardo alla successione, le ricordo che l'essere esclusi dalla legittima per l'eredità, nonostante si siano svolti tutti doveri previsti dal matrimonio, si configura come discriminazione.
Sull'adozione neanche mi metto discutere, perché mi pare chiara la vostra ignoranza in materia.

@Veritas

Dopo i suoi continui insulti, il suo vittimismo nemmeno mi tocca. Ne riparliamo quando avrà imparato un po' di educazione.

www.liberiatei.blogspot.com

Massimo ha detto...

I generi sono due: maschile e femminile. La recente introduzione nel linguaggio politicamente corretto di altri generi mai ben definiti, sono solo l'ennesimo imbroglio delle lobbies omofile che in tal modo ingannano gli stessi omosessuali ai quali, convincendoli della loro presunta normalità, si toglie la possibilità di sapere e di perseguire una strada che potrebbe condurli a correggere una anomalia.
Uomo. Donna. Le nostre leggi sono perfettamente sufficienti alle nostre esigenze ed a uno sviluppo civile della nostra società.

Rage against the bigots ha detto...

Il binomio uomo donna, purtroppo è l'unico modo che si ha per cercare di far capire a tutti un minimo di funzionamento del mondo, perché la parte fisica è comprensibile a tutti, poi a chi ci arriva gli si spiega anche che abbiamo un cervello molto complicato e non solo un pene e una vagina e che spesso le due cose la natura non le fa proprio a modino, infatti in questi casi si ricorre alla chirurgia per armonizzare il corpo all'immagine di sé che fornisce il cervello.
Ma questo riguarda i transessuali, non gli omosessuali. I gay di certo non si sentono donne ne le lesbiche si sentono uomini(non confonda l'effemminatezza di alcuni omosessuali o di alcuni eterosessuali con il desiderio di essere donna).

Se magari riesce a guardare oltre le quattro favolette che le hanno inculcato fin da piccolo, scoprirà che gli omosessuali sono uomini e donne, con il loro sesso ben definito ed in pace con l'immagine di sé che amano persone dello stesso sesso.

Devo correggerla, le nostre leggi non sono per nulla sufficienti alle esigenze della società, anzi dimostrano l'inciviltà in cui ancora viviamo. Ma non ci vorrà molto perché cambino.

www.liberiatei.blogspot.com

beast ha detto...

concordo, i generi sono due: uomo e donna e i gay e le lesbche sono uomini e donne come tutti.

Stars&Stripesforever ha detto...

La pretesa omosessuale di accedere all'istituto del matrimonio è priva di fondamento. Il matrimonio è il nucleo di base della famiglia e due omosessuali non potranno mai costituire una famiglia. Lo dimostrano alcuni omosessuali, anche che hanno commentato qui, che declinano come non congrua la richiesta di adozione per coppie omosessuali.
Se proprio due omosessuali non vorranno intraprendere il difficile percorso della terapia ricostruttiva, ma preferiranno la facile scorciatoia dell'adagiarsi nella loro situazione, nulla vieta che regolino il loro rapporto con un contratto privato che può trovare le sue fonti nelle leggi esistenti, senza intaccare i diritti delle rispettive famiglie di origine.

Veritas79 ha detto...

Quando le persone si arrampicano sugli specchi, come fa rage/liberiatei, è giusto farli precipitare giù.

Io vittimista? Vediamo. Ci sono i commenti che testimoniano.

In questo articolo, senza che io avessi mai parlato di lei, lei mi dà del superficiale e dice che per me l'amore siano solo pene e vagina (non sa quanto si sbaglia).

Nel precedente, senza che nuovamente avessi mai parlato di lei, mi chiama "povero signor veritas", mi dà dell'ingenuo e del bugiardo.

Nel precedente ancora, senza che io neanche stavolta l'avessi nominata, mi dice che sono nuovamente ingenuo o falso e che c'è da "sbellicarsi" su ciò che dico, nonché che non sono informato.

Ora, mi dica lei se, con i dati di fatto che ho qui con me, sostenere la tesi che io sia vittimista e che la insulto gratuitamente sia intelligente. Chiunque può leggere la realtà. Io capisco sostenere una tesi laddove i dati siano occultati. Ma quando sono agli occhi di tutti, come si può? Non è intelligente. Perciò...

...è stupido. E quindi sostanzialmente, non la sto insultando, le sto dicendo solo l'amara realtà.

Capisco che per lei sia tremendamente difficile da accettare, però come è stato possibile per lei cambiare il suo nickname dato che il precedente conteneva un termine inesistente, forse potrà anche cambiare il suo modo di dialogare.

Magari può inserirlo nei propositi per l'anno nuovo, chissà.

Veritas79 / Rage against the Mirror Climbers

Massimo ha detto...

Mi sembra che la posizione omosessuale sia alquanto confusa. Non vorrei che si dovessero emanare decine di leggi solo per accontentare ogni sfaccettatura delle loro pratiche ... :-D

Anonimo ha detto...

perchè uno è così terrorizzato dall'idea che esistano dei "diversi"? forse ha paura di scoprirsi uno di loro?

Massimo ha detto...

A corto di argomenti, ripropongono sempre lo stesso: meriteresti un figlio omosessuale ... siete omosessuali latenti ... :-D
Come volevasi dimostrare ...