giovedì 17 gennaio 2008

In Layca Frocessione.

Il 9 Febbraio a Roma ci sarà l'ennesima prova della Cattofobia ben radicata in una certa sinistra che in questi giorni ha impedito al Santo Padre di essere presente all' Università La Sapienza di Roma. Insieme ai sinistri laicisti, che offendono la vera Laicità, ci saranno i vari circoli omosessuali che faranno a gara nel mostrare baffuti individui vestiti da Suore ed orrende lesbiche ( ben difficile trovare una donna omosessuale gradevole. Sarà un caso ?) vestite da Cardinali. Il tutto sarà condito dalle solite oscene provocazioni. Siamo in piena offensiva anticlericale, come dimostra il libro qui a fianco delle "solite" Kaos Edizioni. La manifestazione, preceduta da quella odierna che da il titolo al Post, sarà all' insegna dell' "autodeterminazione, laicità, antifascismo e liberazione", e si chiamerà "NO VAT". Ancora una volta comunisti ed omosessuali italiani saranno fratelli nel nome di un anticlericalismo trinariciuto di bimbetti non cresciuti che si ostinano a voler fermare l' orologio della storia al '68, pessimo anno che diede il via alla Terza Guerra Civile Italiana. Indubbiamente è uno strano connubio, questo; che dimentica come a Cuba gli omosessuali possano essere condannati a morte. Che dimentica l'ostracismo e gli anatemi che il Partito Comunista Italiano dedicò a Pier Paolo Pasolini. Ancora una volta Roma sarà offesa nella sua Cristianità da chi, non volendo accettare il Dissenso Cattolico su molti temi irrinunciabili come il No all' aborto, all' eutanasia ed al matrimonio omosessuale, sfoga la propria impotenza con sterili e laide pantomine.










Entra ne

16 commenti:

Veritas79 ha detto...

Da studente de La Sapienza, di sinistra, sono oltraggiato dai fancazzisti che ultimamente hanno protestato contro il Papa. Che all'interno dell'università vi siano aule dove è libero e permesso farsi le canne, pubblicare slogan discriminatori e faziosi, è ridicolo e pericoloso. Queste persone non si distaccano molto dai fascisti che identificano come nemici.

Il '68 aveva ben altri motivi e ragioni. Oggigiorno, sono solo scusanti per bimbi viziati che sperano di sembrare socialmente impegnati, ma in realtà sono parcheggiati nelle università a non fare nulla di utile.

E lo dico da studente di sinistra de La Sapienza.

Veritas79

Piedone ha detto...

Sono solo una minoranza e, per la maggior parte, esterna alle università. Altrimenti si tratta di studenti stagionati che bivaccano perdendo tempo.

Piedone ha detto...

Sono solo una minoranza e, per la maggior parte, esterna alle università. Altrimenti si tratta di studenti stagionati che bivaccano perdendo tempo.

Gwath ha detto...

Dai proiettili a Bagnasco, all'imbavagliamento del papa alla Sapienza (che ormai non è più tanto sapiente), passando dalle manifestazioni blasfeme e intolleranti verso le credenze altrui....

Tutto questo dà la misura della libertà di parola e di pensiero in questo paese....

Girl love girl ha detto...

Scusate, cos'è quella frase che è difficile trovare donne gradevoli omosessuali? In nome di donna "femminile" omosessuale e degna di essere donna potrei mettervi davanti agli occhi decine e decine di ragazze femminili e sexy omosessuali.
Comunque non tutti gli omosessuali sono di sinistra. Io ,per esempio, odio i comunisti.
Ma il papa alla sapienza no vi prego, è un oltraggio alla scienza. Ci manca solo che inserisca corsi di religione anche al'università... e addio scienza..

Chiara ha detto...

Sbagliato invitare il Papa ad una apertura di anno accademico, università (da qui il nome) anche di non credenti e di altre religioni. Io non me la sarei presa con il Papa, è stato invitato... me la sarei presa con il rettore.
Giusto invitare Benedetto per un dibattito, in successiva.

Lesbiche gradevoli? Ce ne sono a bizzeffe mi creda XD camioniste a parte... ahahah bella questa però.

Cuba condannati a morte, e in Israele hanno i matrimoni gay.
Tutto sta nella cultura... a cuba ti ucciderebbero comunque anche se ci si azzarda a mettere un piede oltre il confine.

Il libro? Non leggo di queste empietà.

Mi limito a leggere sana politica offerta da saggi di entrambe le parti.

Piedone ha detto...

Ma perchè, vogliamo parlare della figura becera che abbiamo fatto sul piano internazionale? Noi siamo quelli che non fanno parlare il PAPA, e vabbè.

Rage against the bigots ha detto...

Ma magari facessimo come in spagna, dove anche la destra a rimesso al loro posto i vescovi.
Quand'è che la smetterete di spacciare falsità per verità?
Nessuno ha impedito al papa di parlare, non sono state incatenate le porte, nessuno gli ha sparato etc etc, si è solo manifestato SECONDO la LEGGe il proprio dissenso. Capisco che per voi la legge serva solo quando vi fa comodo, ma suvvia un po' coerenza. Ratzinger si è autocensurato da solo, perché ovviamente il suo bel faccino non può permettersi di trovarsi in mezzo ai fischi, ma solo in mezzo a folle osannanti.
E quello sarebbe un uomo da ammirare?
Che tristezza..se siete ridotti a prendere quello come modello stiamo freschi..ecco perchè l'italia va in malora.

Massimo ha detto...

La settimana scorsa Panorama ha pubblicato un servizio sulle coppie omosessuali e le fotografie delle lesbiche non erano, propriamente, da calendario ... :-D

Perchè il Papa no ? Solo perchè ci sono anche studenti non credenti o di altre confessioni ? Allora non potrà parlare mai più nessuno, perchè tutti hanno una loro connotazione politica o religiosa.
Il Papa, questo Papa, ha una profonda cultura e può benissimo tenere lezioni universitarie e inaugurazioni di anni accademici. Personalmente sono convinto che se i sacerdoti che ho conosciuto fossero stati come Ratzinger difficilmente mi sarei allontanato dalla Chiesa.
La censura c'è stata ed è arrivata sulle prime pagine dei giornali nel mondo, al punto che, assieme alla questione dei rifiuti napoletani, rappresenta l'ennesima pessima pubblicità per l'Italia. Del resto l'autogoal è stato immediatamente percepito dalla sinistra che ha cercato di mettere una pezza con dichiarazioni di solidarietà ...

Veritas79 ha detto...

Si manifesta il proprio dissenso DOPO che una persona abbia fatto un discorso, non PRIMA.

PRIMA si chiama pregiudizio.

Veritas79

Gwath ha detto...

Rage against the bigots tu scrivi:

Quand'è che la smetterete di spacciare falsità per verità?

E io ti rispondo:

E chi dovrebbe dirci la verità? Tu?

Questa pretesa è arroganza.

Rage against the bigots tu scrivi:

Nessuno ha impedito al papa di parlare [...].

Ratzinger si è autocensurato da solo, perché ovviamente il suo bel faccino non può permettersi di trovarsi in mezzo ai fischi.


E io ti rispondo:

Questo tuo discorso è contraddittorio.

Chi parla deve avere libertà di parlare. Se parli mentre la gente ti fischia e tii nsulta ti impedisce "di fatto" di parlare.

Questo vuol dire mortificare il dialogo e impedire "di fatto" il libero esercizio della libertà di parola e di pensiero.

Nota a margine: il papa è un portatore di pace, non va nei posti per creare disordini (contrariamente ad altri tipi di persone). Se ci fosse andato, i disordini si sarebbero acculmulati. Quei disordini creati dagli omofili presenti.

E' veramente triste che non si abbia l'onestà intellettuale di dire che quella è sta una vigliaccata.

Il fatto che la stessa sinistra l'abbia condannata è significativo....

Anonimo ha detto...

Salve,
quello che è avvenuto alla Sapienza nei confronti del Papa è stato un vero schifo. Se volete conoscere più approfonditamente il mio parere in proposito, vi rimando al mio ultimo post sul blog "Storia e storie" all'indirizzo www.tommasopellegrino.blogspot.com, post che ha già vivaci, pur se garbate, discussioni tra i lettori.
A presto.
Tommaso Pellegrino - Torino

Rage against the bigots ha detto...

@Veritas

No signor veritas, si chiama "conoscere il vizio del lupo" ed infatti puntualmente si è verificato quello che temevano i contestatori, nel messaggio che avrebbe dovuto leggere alla sapienza, si definiva la scienza che non segue la religione come arida. TOMBOLA!

@GWATH

Non si tratta di arroganza ma di semplice realtà dei fatti, quelli sono incontestabili.
Quelle persone non hanno impedito fisicamente al papa di parlare, è stato lui a ritirarsi, molto vigliaccamente o molto furbescamente a mio parere.


Nessuno avrebbe manifestato dentro l'aula dove si teneva l'inaugurazione, ma fuori dell'università come di fatto è avvenuta. I manifestanti hanno seguito la legge chiedendo il permesso di manifestare e l'hanno ottenuto. Tutto secondo la legge.
Perciò ripeto nessuno avrebbe impedito al papa di parlare.


Il papa è portatore di odio e violenza, ogni suo discorso ultimamente è volto ad impedire la pacifica convivenza degli esseri umani, esortando le persone alla discriminazione, se questa è la pace che porta capisco perché il mondo è pieno di guerre.

La tristezza è nella mancanza di onestà intellettuale nel riconoscere che quella in programma sarebbe stata una manifestazione nel pieno rispetto dei propri diritti secondo la legge.

Il fatto che la sinistra l'abbia condannata (e non tutta) dimostra solo che leccare il didietro del papa conviene sempre a tutti.

Massimo ha detto...

Certe affermazioni di Rage rasentano il ridicolo "Quelle persone non hanno impedito fisicamente al papa di parlare, è stato lui a ritirarsi, molto vigliaccamente o molto furbescamente a mio parere".
Altre lo superano abbondantemente: "Il papa è portatore di odio e violenza, ogni suo discorso ultimamente è volto ad impedire la pacifica convivenza degli esseri umani, esortando le persone alla discriminazione".
Mi piacerebbe conoscere l'opinione di Rage, che ha una simile opinione del Papa, sul contenuto delle prediche degli imam, anche in Italia, perchè se usa quei termini per il Papa, dove riesce a pescarne di appropriati per l'incitamento alla guerra santa dei musulmani ? :-D

Gwath ha detto...

Rage against the bigots tu scrivi:

Non si tratta di arroganza ma di semplice realtà dei fatti, quelli sono incontestabili.
Quelle persone non hanno impedito fisicamente al papa di parlare, è stato lui a ritirarsi, molto vigliaccamente o molto furbescamente a mio parere.



E io ti rispondo:

1) sì i fatti sono incontestabili. Avete dei pre-giudizi, ciò è incontestabile. Avete manifestato contro il papa prima ancora che parlasse. Sai questo cosa vuol dire?
Che i fanatici mussulmani sono meno fanatici dei laicisti. E' questo è incontestabile.

2) E oltre a essere delle persone con pre-giudizi enormi, siete anche enormente contraddittori: "è stato lui a ritirarsi, molto vigliaccamente" hai scritto.
Mi speghi allora perchè allora il tema della manifestazione era di non far venire il papa (a conferma di ciò, avete gridato "vittoria" quando ha deciso di non venire); e poi quando non è venuto gli avete dato del vigliacco.

Allora le ipotesi sono: (a) se il papa viene è un opportunista oscurantista; (b) se invece il papa non viene è un vigliacco.

Complimentoni per la logica Rage!

Riguardo al fatto che non avreste fischiato nell'aula del discorso, scusa se dubito di questo. Visto la logica che dimostri ho seri dubbi.

Il resto del tuo discorso si commenta da solo:

Il papa è portatore di odio e violenza, ogni suo discorso ultimamente è volto ad impedire la pacifica convivenza degli esseri umani, esortando le persone alla discriminazione, se questa è la pace che porta capisco perché il mondo è pieno di guerre.

Amesso e non concesso (e io non concedo) che i discorsi del papa portino violenza, come la porterebbero?

Quali sono i fatti corrispettivi della violenza nelle parole del papa?

Infatti il papa ha un grande esercito, fatto da: missionari, preti e suore.

Armati di tecnologia avanzatissima, come: un crocifisso, una Bibbia e un secchiello. Roba dell'ultima generazione....

I "martiri" mussulmani nel loro "martirio" si portano dietro tanti morti.

Mentre i "martiri" cristiani nel loro martirio si portano dietro tanti "vivi". Salvati dalla lebbra, dalle malattie, dalla povertà e dall'ignoranza.
Certo questi cristiani sono davvero crudeli....

Cristiani crudeli come Don Benzi che condannava le prostitute a uscire dal marciapiede e vivere una vita onesta. Certo i cristiani creano violenza!

E tutto sotto l'auspicio del papa che auspica un mondo di pace e di libertà: Che cosa ha da fare o da dire il Papa nell'università? Sicuramente non deve imporre ad altri in modo autoritario la fede, che può essere solo donata in libertà. (Tratto dal discorso che il papa avrebbe dovuto fare alla Sapienza).

Questo è un discorso pieno di una violenza inaudita!

Riprendo da te altro:

La tristezza è nella mancanza di onestà intellettuale nel riconoscere che quella in programma sarebbe stata una manifestazione nel pieno rispetto dei propri diritti secondo la legge.

E io ti rispondo:

Io ho visto manifestazioni legali per la difesa dei brigatisti rossi, che sono terroristi, nel pieno rispetto della legalità....

Ma non si elimina il contenuto profondamente sbagliato della manifestazione.

E questa la tristezza enorme che c'è nella retorica di una parte politica e intellettuale dell'Italia.

Poi continui:

Il fatto che la sinistra l'abbia condannata (e non tutta) dimostra solo che leccare il didietro del papa conviene sempre a tutti.

E io ti rispondo:

Nemmeno quando tutti dicono che avete torto ci credete? Nemmeno se lo dicono i vostri? Vi commentate da soli.

Questo la dice lunga sul vostro senso di onestà intellettuale.

Se non ci riescono i vostri di sinistra, che speranze ho io? Nessuna.

Mi perdonerai allora se non ti risponderò ai tuoi prossimi commenti...

Veritas79 ha detto...

Io sono arrivato a stimare Rage... una persona che è omosessuale e si schiera contro gli omosessuali è da rispettare.

Cioè, immagino che lui per "bigots" intenda quei gay che nonostante siano stati messi di fronte ai fatti che si può dietro terapia passare all'eterosessualità, che nessuno nasce già omosessuale, che l'omogenitorialità sia una panzana colossale smentita da moltissime persone, scuotono la testa e ripetono "NO NO! OMOFOBO OMOFOBO!" perché convinti da credenze dogmatiche e bigotte.

Un plauso a Rage! Anche io sono contro i gay bigots (la stragrande maggioranza). Sono solidale con la sua lotta.

Veritas79