giovedì 10 gennaio 2008

Perchè parlo politicamente scorretto:la Casta omosessuale.

Tempo addietro mi fu rimproverato di usare qui un termine politicamente scorretto come "pederasta". Dovetti perdere tempo e parole per spiegare la liceità di tale termine, anche se penso che la mia interlocutrice non se ne sia convinta. Non voglio tornare sull' argomento, ma mi è giunta una lettera pubblicata dal quotidiano "l'Avvenire" il 20 Dicembre scorso che mi induce a pubblicarla:

"Caro Direttore,
credo che la nostra società stia facendo un grave errore: ha concesso all’ideologia gay il monopolio del linguaggio.
Un po’ di anni fa qualcuno mi ribattezzò “eterosessuale”. Io ero semplicemente “normale”. Mia moglie e io avevamo formato una famiglia, società naturale fondata sul matrimonio, i cui diritti sono riconosciuti dalla Costituzione. Desideravamo dei figli, e questo veniva incontro alle necessità della società, che ha bisogno di 2,1 figli per donna per sussistere. I figli nacquero attraverso normali rapporti sessuali, che, essendo potenzialmente fecondi, hanno una rilevanza per la società e per lo Stato. La distinzione è quindi tra rapporti sessuali e rapporti omosessuali: questi ultimi sono scelte personali, prive di rilevanza sociale, essendo rapporti infecondi (sottolineo “scelte”: una persona può avere tendenze omosessuali e scegliere di NON avere rapporti). Quel prefisso “etero” proviene dall’ideologia gay.
Poi qualcuno cominciò a sostituire la parola “omosessuale” con la parola “gay”. Più spiccio, dicevano. Spiccio e falso: omosessuale e gay non sono sinonimi. Gli omosessuali non gay sono la maggioranza: sono persone riservate, che non amano il chiasso, che non vanno in TV e non sfilano in piazza, che non rivendicano diritti particolari. Ognuno di noi ne conosce qualcuno. Nelle nostre menti però tutti gli omosessuali si sono trasformati in militanti gay, e questo falsa completamente il dibattito.
Poi arrivò l’omofobia. Ha un “suono” simile a una malattia (claustrofobia, aracnofobia,…), ma è una malattia inesistente, inventata dall’ideologia gay per i suoi scopi. Discriminazione nei confronti degli omosessuali? Il discorso discriminatorio comincia a diventare un po’ ridicolo: conoscete casi di persone rifiutate sul lavoro perché omosessuali? Ragazze vengono invece rifiutate perché giovani spose a rischio di maternità. Persone omosessuali siedono in Parlamento, sono ai vertici di diverse regioni, sono presenti nel mondo dell’arte, del teatro, della TV, del cinema, della letteratura, della moda, nelle università e nelle scuole di ogni ordine e grado, hanno una disponibilità di reddito ben superiore alla media, hanno organizzazioni nazionali a loro disposizione: la discriminazione non esiste. La cosa è talmente vera che i casi vengono cercati ed enfatizzati ad arte, come il recente fatto del “gay fuori dal coro parrocchiale”. La finta malattia detta omofobia serve solo a zittire coloro che contestano l’ideologia gay (si dà dell’omofobo un po’ come un tempo si dava del Fascista). All’estero siamo già arrivati alla discriminazione rovesciata: alla fine del 1998 il 25% dei ministri maschi del governo Blair erano omosessuali dichiarati.
Adesso arriva il “gender”. Esplode in Italia dopo una lunga preparazione a livello di ONU e Comunità Europea. Una serie di amministrazioni pubbliche si sono già dotate di testi che contengono la parola “genere”, spesso inserita giocando sulla buona fede degli amministratori che ritengono “genere” la parola elegante da usare al posto di “sesso”. Ho letto sull’Unità che l’ISTAT fa già le statistiche di “genere” (uno degli infiniti sprechi di denaro pubblico). Solo adesso che la parola è presente ovunque si comincia a spiegare che i generi non sono i due sessi, ma sono 5, o 7, o più ancora.
Viene già usata la parola “omocrazia”? Prima o poi bisognerà usarla. Non perché i militanti gay sono presenti ovunque nelle istituzioni (questo è ovviamente legittimo, se c’è chi li vota), ma perché già avvengono episodi come questo: in una scuola non lontana dal mio paese, per il “monteore” degli studenti viene promosso un incontro con rappresentanti di una associazione gay sul tema, scontato, dell’omofobia; una rappresentante degli studenti chiede ai militanti gay la presenza di una controparte; la risposta: “Non è possibile, perché la controparte a questo gruppo sarebbe un omofobo”.
In Italia si può prendere in giro Prodi, si può deridere Berlusconi, si può satireggiare il Papa fino all’insulto, ma un militante gay non può nemmeno essere contraddetto. Ognuno giudichi da sé questo episodio. Io lo riassumo in due parole: la Casta.
Un caro saluto".

Come non concordare con pensieri simili ? Per questo continuerò ad usare termini come pederasta, sodomita, omosessuale così come uso cameriera, spazzino, mongoloide, spastico, negro, becchino, ed altri termini consideranti insultanti solo per chi ha la coda di paglia e scheletracci nell' armadio. Ben altro sono gli insulti , tipo le bestemmie che qualche anonimo imbecille ha postato ieri; beato lui, che ha la certezza sia di una lunga e sana vita, durante la quale nessun tipo di malattia sua o dei suoi cari lo costringerà a ravvedersi ed ad invocare quel Santo Nome di Dio con ben altro scopo; sia la certezza che tutto abbia fine con la morte, impedendogli di dover rendere conto al Creatore delle sue ingiurie.

Entra ne

54 commenti:

boosta ha detto...

è proprio vero: GLI OMOSESUALI (termine scientifico nato a metà ottocento da cui, per contrasto, il termine "eterosessuae") NON SONO TUTTI GAY (termine popolare quanto improprio riferito in origine agli "allegri" effeminati): ci sono gli OMOFOBI INTROIETTATI (meglio noti come checche represse), e sono dappertutto (sempre meno per fortuna): per strada, nelle chiese, nei bar, nei negoszi, nei luoghi di potere fin su al governo e persino nelle alte sfere del vaticano.

Perchè il primo approccio con l'omofobia di ogni omosessuale è quella che egli butta su se stesso cercando di amalgamarsi alla società in cui tutto è lecito purchè si salvi la faccia e il resto rimanga nell'ombra. E i modi per amalgamarsi sono i più strani: c'è chi si sposa e chi si fa prete e c'è chi si suicida.

E cmq: mongoloidi, spastici, negri e pederasti, uomini sposati, preti prima di tutto sono persone.

E come diceva Bunuel: "grazie a dio, sono ateo"

Felipe ha detto...

Cos'é, la fiera del luogo comune?
Certo, ciascuno è libero di usare i termini che vuole, ci mancherebbe. Per questo io, cittadino italiano in regola col fisco e con la mia coscienza, userò per voi liberamente il termine: "razzisti".
Saluti.

Anonimo ha detto...

Aggiungerei pure, per chiamare i gay: invertito, uranista, ricchione (napoletano), beccaciriola (vecchio romanesco). Non facciamoci mettere la mordacchia. Saluti!

Pippo

Veritas79 ha detto...

Penso davvero che si possa quotare tutto quello che è stato scritto e che ci voglia davvero un coraggio o una faccia di bronzo immani per negare anche parte delle frasi succitate.

Veritas79

Lontana ha detto...

Anche questo articolo che hai postato é veritiero e onesto. Sfido anche io, come Veritas, a contestare le cose che ci son scritte.

Anonimo ha detto...

Otto:
La lettera e' largamente condivibile direi, al 90%, un unico appunto, in alcune contesti (specialmente in passato) gli omosessuali sono stati discriminati, ma ora non e' piu' cosi', ed infatti condivido che vanno a ricercare ad arte alcuni episodi..PER STRUMENTALIZZARLI AILORO FINI.
Non e' razzismo (termine improprio peraltro, visto che gli omosessuali razza non sono..) si tratta semplicemente di dire le cose come stanno.
Gli omosessuali sono liberissimi di scegliersi le proprie tendenze, i propri compagni, e fare cio' che piu' le soddisfa, fermo restando che con quelle (giuste) rivendicazioni, lo stato non debba c'entrare nulla....che cosa c'entra lo stato se uno sceglie quello stile di vita ?

Anche perche' cari amici omosessuali, di questa tendenza si sa ancora poco, e pretendere dei diritti (tipo l'adozione..) e guardare soprattutto al proprio ego...senza curarsi minimanente dell'essere che si vuole adottare....o sbaglio?

Chissa' che un giorno i paesi dove si e' reso possibile l'adozione (per esempio), non vengano giudicati e perseguiti da un tribunale tipo l'aia (anche se in quel caso sarà contro l'individuo e non l'umanità...).

CONCLUDO TROVO ABBASTANZA RIDICOLI I MATRIMONI GAY (NESSUNO SI OFFENDA), E FOLLI LE ADOZIONI CONCESSE LORO...
DETTO CIO' SONO CONTRO LE DISCRIMINAZIONI IN GENERE, E FRANCAMENTE LA CURA NICOLOSI NON MI CONVINCE, GLI OMOSESSUALI VIVINO LIBERAMENTE I PROPRI ISTINTI (ASSOLUTAMENTE LEGITTIMI), DISCORSO CHIUSO INVECE PER MATRIMONI E SOPRATTUTTO ADOZIONI..

Girl love girl ha detto...

Veritas, mi sorprende che concordi dato che in una frase dice:

"sottolineo “scelte”: una persona può avere tendenze omosessuali e scegliere di NON avere rapporti"

Quindi ciò sottolinea la differenza di comportamento omosessuale e orientamento omosessuale, cosa che tu hai bocciato in un tuo vecchio intervento. O sbaglio?

Peccato che chi scrive ciò vive in un mondo tutto suo. Effettivamente sono tantissimi gli omosessuali che hanno perso il lavoro. Naturalmente il motivo del licenziamento è sempre diverso in tutti i casi, ma guardacaso spesso è subito dopo il comung out al lavoro di questa persona, o peggio, dell'outing da qualche collega. Quindi, perchè negare l'esistenza dell'eterosessismo? E' vero, fortunatamente questi casi stanno diminuendo. Fortunatamente.

E' vero gli insulti sono sbagliati in TUTTI i casi, e strumentalizzare l'omofobia è sbagliato. Su questo concordo. Ed è giusto che ognuno abbia la sua idea. Sono a favore della libertà di pensiero in tutti i casi. Tranne quando si giudica qualcosa avendo pregiudizi. il Papa infatti ha tutto il mio disaccordo per quello che dice (moratoria sull'aborto?....), ma non per questo lo insulto...

Felipe ha detto...

"Sfido anche io, come Veritas, a contestare le cose che ci son scritte."

Io le contesterei, ma tanto non le pubblicate... paura, eh?!

boosta ha detto...

se è vero che nelle scuole in cui va l'arcigay deve esserci una controparte, allora dovrebbe esserci tale controparte anche per l'ora di religione.. eppure quando qualche mese fa in alcune scuole lombarde è cominciato a girare in fotocopia, il "manuale del piccolo ateo", i soliti integralisti hanno urlato al traviamento delle giovani menti così come quando è uscito "La bussola d'oro" in cui si inneggia all'ateismo e al libero pensiero... poi mi vengono a dire "i reati d'opinione"...

se i gay vedono omofobia ovunque, i cristiani considerano ogni legittima critica come una bestemmia....

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Boosta.
Francamente trovo offensivo ed al limite dell' isterismo il suo commento.Questo voler scavare, insinuare,pescar nel torbido è tipico di chi ha ben poco da dire e comincia ad innervosirsi. Ben siamo a conoscenza degli squallidi e vergognosi insulti che nelle sarabande iridate che puzzano di zolfo solo per il fatto di rivendicare il Peccato Principale ed originale dell' Uomo, l' Orgoglio, vengono indirizzati ai Prelati. Anche al Santo Padre. Come Credente vorrei perdonare, ma non posso far a meno di pensare a Lucifero che aspetta festante coloro che si macciano di tali insulti. Insieme al bestemmiatore che ogni tanto compare, e che ben farebbe a pensare alla Propria Anima. Infatti non sappiamo quando giunge l' ora...

Comunque il nostro ospite dimostra di non aver capito punto della lettera. Un gay è militante, spesso estremista e pieno di odio. Un omosessuale è una persona che sbaglia, pecca, va compresa ed aiutata. Certamente non discriminata. Il gay, discrimina e si autoghettizza. Eppoi non fatemi più usare codesta parola straniera, che non mi piace punto. Chiamiamolo omosessuale militante.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Felipe 1

No. Si tratta di non usare termini offensivi e volgari che io non uso. Come Lei sa, per definire un omosessuale, ce ne sono molti.
Così come Lei non può darmi del razzista, perchè se in Italasia le cause civili non durassero tra i 7 ed i 10 anni, potrei tranquillamente querelarla.
Ma posso censurarla. Uomo avvisato, mezzo salvato. Usi ancora quell' odioso termine, ed io la censuro.Spero di essere stato chiaro.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

OTTO.

Istinti ? Ma l' Uomo non è un animale. Oppure no ?
Altrimenti che si fa, ci accoppiamo per strada ?

poi alcune persone hanno istinti omicidi: che facciamo, diamo loro il permesso di assecondarli.
mi spiace, il problema è più complesso, e riguarda un' errata concezione della Vita, ispirata al solo materialismo ed alla soddisfazione di bisogni corporei; a totale discapito dello Spirito.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Veniamo poi alla Nostra Gentile ma sessualmente confusa amica ( alla quale dovrei far rispondere Veritas, ma mi permetto di precederlo).


Le risponderei facendo riferimento ad alcune dichiarazioni di una scrittrice di successo come Susanna Tamaro che ha scoperto di avere tali tendenze, ma di non aver nessuna propensione a soddisfale, perchè Credente. Ed inoltre crede pure nel astinenza al di fuori del Matrimonio anche dal punto di vista etero.

Non ce lo impone mica nessuno di arrivare in stato di peccato ad esso,no ? Kakà e Sua Moglie, arrivati Vergini alla Santa unione, non sono mica dei Marziani ? E negli USA tale tendenza è in netta crescita.


Mi fa invece piacere la seconda parte del suo commento. Anche se in Italia la libertà di pensiero è spesso assai limitata, anche in politica, vedasi Leggi Scelba e Mancino.

Peccato che troppi omofili scelgano la via dell' insulto e della bestemmia invece che del dialogo.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Felipe 2.

Come le ho scritto sopra, qui si censurano solo gli insulti , le bestemmie,i Troll ,ed i furbetti.

Dare del Razzista ed Omofobo, è un insulto.
Argomentare, no.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Boosta.

Prendiamo atto che l' Arcigay per il nostro ospite rappresenta una religione. Sinistra e comunista, ma Religione. Insieme all' Ateismo. Poichè in Italia, secondo l' Enciclopedia delle Religioni di Massimo Introvigne ci sono decine di Religioni,lo Stato dovrebbe forse avere un Concordato con ciascuna di esse ? Anche con i Raeliani, con tutto rispetto ? E con i Satanisti, questa volta senza rispetto ?

Gli amici dell' UAAR si diano da fare per proporsi per un Concordato, dunque.

Ateismo, arcigay, comunismo: quante diavolerie bruciano nel pentolone...

Felipe ha detto...

raz|zì|smo
s.m.
CO insieme degli orientamenti e degli atteggiamenti che distinguono razze superiori da razze inferiori e attuano comportamenti che vanno dalla discriminazione sociale, giuridica e istituzionale alla persecuzione e allo sterminio di massa, volti a tutelare la purezza della razza superiore e la sua egemonia sulle razze inferiori |
estens., ogni atteggiamento discriminatorio variamente motivato nei confronti di persone diverse per categoria, estrazione sociale, sesso, opinioni religiose o provenienza geografica
(dizionario De Mauro)

1 strano che tutti questi commenti siano venuti fuori subito dopo il mio secondo... ma vabbé, meglio tardi che mai.
2 che fa mi minaccia? voi rivendicate l'uso che vi pare delle parole e poi vi arrabbiate se io faccio lo stesso? Lei è mai stato insultato a scuola o sul lavoro o in famiglia con una di quelle parole che sostiene di poter usare con tanta leggerezza? "mongoloide, spastico, negro, becchino, ecc", glielo hanno mai detto? Come mai rivendicate il rispetto solo per voi stessi? Voi non fate mai esercizio di immedesimazione, è questo il guaio.
La parola razzismo, nel suo significato esteso, si adatta bene a questo atteggiamento, se si parla di omosessualità; ritenersi superiori, o meglio, ritenere "malati", "contronatura" e via dicendo altri individui solo perché ci si ritiene superiori o nel giusto per me è razzismo. Faccia quel che crede.
Ma sappia che voi cattolici 'militanti' date con la vostra aggressività e pretesa superiorità una pessima immagine del vostro Dio. Lo sa che una volta ero cattolico? Cattolico praticante, e per convinzione, non per tradizione. Ma, caro lei, finché non si diventa oggetto di una discriminazione non ci si può rendere conto, è per questo che sono diventato ateo, perché ho trovato assurdo e autolesionista seguire una fede che ti considera "contronatura" (ma poi che cos'é la natura?) e per non far parte di un movimento che predica l'amore ma pratica -di fatto-l'esclusione.
ah, riguardo alla lettera dell'Avvenire:
parlare di lobby gay e fare del vittimismo in quel modo è per me davvero irritante. Sappia che se esistesse davvero una "lobby gay" a quest'ora probabilmente avremo già le unioni civili, la legge sull'omofobia, e l'abolizione del concordato. Tanto per dire.
saluti

Anonimo ha detto...

Starsandbars/Vandeaitaliana, su una cosa sono totalmente d'accordo con te, anche se sono agnostico: le bestemmie, più che mai scritte in un blog e usate come arma sono una vile porcheria, indegna di una persona civile. Anche se peraltro detesto mortalmente alcuni degli insulti tra quelli da te citati: "mongoloide, spastico, negro, becchino".
Cordiali Saluti
Carlo Asili

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Felipe e Carlo Asili.

Mi sembra di aver scritto in Italiano e non in Rumeno il mio Post.
Che dice:

"uso cameriera, spazzino, mongoloide, spastico, negro, becchino, ed altri termini consideranti insultanti solo per chi ha la coda di paglia e scheletracci nell' armadio.".

Più chiaro di così.

Trovo vergognosi Ver-go-gno-si nomignoli buonisti e demenziali come Collaboratrice Domestica, Nero, Non Vedente, Diversamente Abile, e via dicendo.

Tempo fa ci fu una mirabile lettera al "Giornale" di un Padre orgoglioso di chiamare il Proprio Figlio Mongoloide, e non con quel buonista appellativo di Ragazzo Down. Buono per la Medicina.

Altro nuovo termine insulso: MIGRANTE.

Tutte terminologie inventate dalla sinistra che NASCONDE SOLO I PROBLEMI, ma non li affronta mai.

Sinistra che , guarda caso, annovera il De Mauro tra i propri affiliati. Sinistra che predica bene ma razzola male, anzi malissimo, in fatto di Libertà di pensiero. Sbandierando leggi come la Mancino e la Scelba che in America sarebbero impensabili.

Ho già perso parecchio tempo: se continuerà a darmi del razzista , non la pubblichero più,Felipe.

Che come spesso parla a vanvera: negli anni '70 molti ragazzi vennero etichettati come Fascisti, e per questo uccisi,sprangati, insultati, arrestati, emarginati.
Ma non si lamentarono.

Io poi sono ambliopico:termine medico per orbo o cieco da un'occhio . Se qualcuno mi chiamasse "parziale non-vedente", beh, mi farebbe più pena che ridere...

La Lobby c'è, in America e Canadà è potentissima (chiedere a Lontana, per esempio.). In Italia poi, in certi settori lavorativi è scandalosa, esercitando pressioni ad eterosessuali, vedasi Moda, Cinema e Teatro, se vogliono lavorare. O no ?

Felipe ha detto...

Uso il DeMauro perché è rapidamente disponibile in rete. Io non sono di sinistra, ne di destra ne di centro ne di sopra ne di sotto. Io sono una persona punto e basta.
Le va bene Wikipedia?
http://it.wikipedia.org/wiki/Razzismo
"(...)
in senso colloquiale definisce ogni atteggiamento attivo di intolleranza (che può tradursi in minacce, discriminazione, violenza) verso gruppi di persone identificabili attraverso la loro cultura, religione, etnia, sesso, sessualità, aspetto fisico o altre caratteristiche. In tale senso, però, sarebbero più precisi, anche se sono raramente usati nel linguaggio corrente, termini come xenofobia o meglio ancora etnocentrismo
in senso più lato comprende anche ogni atteggiamento passivo di insofferenza, pregiudizio, discriminazione, teso a pretendere un atteggiamento di considerazione particolare da parte di gruppi di persone che si identificano attraverso la loro cultura, religione, etnia, sesso, sessualità, aspetto fisico o altre caratteristiche. "

O è comunista pure wikipedia? Lo sa che ci sono associazioni di gay dichiaratamente di centrodestra? Come pure gruppi di gay cattolici inseriti nella chiesa?
Perché riducete tutto allo schemino destra-sinistra, perché non siete capaci di fare un'analisi seria della società italiana (lasci stare America e Canada, siamo in Italia)?
Poi: lasci stare dolce e gabbana malgioglio e altri cliché, quelli rappresentano solo se stessi, non si renda ridicolo; vuole sapere come funziona la discriminazione per davvero sul lavoro a scuola e in famiglia? Si faccia un giretto in rete, legga le cronache, si informi, invece che parlare a vanvera!
Le devo raccontare di miei conoscenti aggrediti fisicamente perché gay? Uno addirittura ammazzato? Le devo fare il conto delle vittime in tutta Italia? Le devo ricordare le scandalose dichiarazioni di certi vescovi all'indomani di alcuni di questi episodi?

Ho davvero la nausea di voialtri, non sapete neanche di cosa parlate, ma stia tranquillo, non verrò più a disturbarla, ho altro da fare che perdere tempo con chi nega anche la realtà dei fatti.
Addio

boosta ha detto...

caro amico a stelle e strisce, la sintesi che fai del mio intervento dimostra l'ignoranza tipica, tutta maiuscole e aggettivi, del fervente cattolico che, in quanto tale, vive in un altro mondo.

No, l'Arcigay non è una religione e nemmeno l'Ateismo (per ovvie ragioni che potrai comprendere aprendo un vocabolario, semmai ne hai uno in mezzo alle tue bibbie con comment a margine)

Se dire che i vertici vaticani son pieni di persone che reprimono la loro sessualità è una bestemmia, allora sono lieto di essere un bestemmiatore: almeno ho i piedi per terra...

Nervoso io? Casomai indifferente.
P.s.: nel diavolo non credo è un'invenzione tutta cristiana (come il dio che venerate)

Ares ha detto...

La lettera riprodotta non fa una piega. Dovremmo tutti cominciare ad abbandonare i termini politicamente corretti per usare i sani vocaboli dei nostri nonni.

Veritas79 ha detto...

Felipe: MA COMPLIMENTONI! Ha appena dimostrato che, non essendo gli omosessuali una razza poiché nessuna persona nasce omosessuale, ormai lo sanno anche i bambini dell'asilo, il termine razzismo non può essere usato. Ma come, si autocita il dizionario per farci vedere come ha scritto una castroneria? Ahi ahi ahi, sadomasochismo! (tra l'altro presente al minimo in forma lieve in tutti gli omosessuali maschi).

Per GirlLoveGirl: Continuo a dire che secondo me una persona che ha delle tendenze omosessuali ma non le sfoga non è omosessuale e non è orientato omosessualmente. Chi è ladro, chi ruba o chi pensa di rubare?

Saluti.

Veritas79

Chiara ha detto...

Signor Stars posso convenire con lei in termini di buona educazione, nel senso che bestemmie e altre frescacce non si addicano a persone culturalmente assettate. Questo vale anche per chi si limita a definire sodomiti, deviati, invertiti banalizzando l’umanità degli omosessuali tutti.

Per il resto è un luogo comune, tuttavia, mi fa piacere che si possa parlare di differenza fra omosessuali e militanti. L’eterofobia è pericolosa quanto l’omofobia.
Sono malattie, riconosciute. Tutte le fobie sono disturbi, per rispondere alla lettera citata.
La pacatezza ideologica è l’unica via per creare un dialogo buono per tutti.

Non sono d'accordo che una realtà giuridica non possa trovare un riscontro in norme che possano minimamente tutelarle. Credo che chi realmente abbia provato a non poter tutelare il proprio patner in materia sanitaria (etero, omo, gender ecc... come vogliate chiamarlo) possa convenire con me la frustrazione.
La pretesa di equiparazione al matrimonio, a chi vive sulla pelle una quotidianità stabile di convivenza, non è esattamente l'obiettivo primario.
E ripeto, se esistesse realmente una vera e propria lobby avremmo già dei riconoscimenti minimi... per quanto riguarda l'America? Ma se la maggior parte degli Stati Uniti non ha alcuna rilevanza giuridica per gli omosessuali?
Canada? C'è da dire che non ha grandi problemi politici, anzi una perfetta convivenza di ideologie e massima libertà.
Io credo nell'Italia e nel suo buon senso. Credo nel buon senso degli italiani, etero o omo che siano.
Dovrei usare gender? Cosa cambia?
Nessuno riesce ad accettare che la natura sia più complessa di quanto non si sappia in realtà.

In poche parole condivido l'intervento di girllovegirl.

(avevo fatto un intervento con alcuni titoli per il signor Veritas nel precedente argomento Aids, non l'ho visto pubblicato comunque credo si sia perso lo riscriverò appena mi sarà possibile)

Anonimo ha detto...

A parte "Collaboratrice Domestica, Non Vedente, Diversamente Abile", sui quali potrei anche concordare col tuo giudizio: "negro", però, ancorchè derivante dal latino "niger"="nero", non era usato solo col tale suo significato originario , ma anche, deliberatamente con disprezzo razzista, dagli schiavisti americani verso i loro schiavi africani; ed ha quindi conservato sino ad oggi quella accezione dispregiativa (l'altro giorno l'ho sentito dire da qualcuno che conosco bene, ma ora non ricordo chi sia, so solo che stavo per staccargli la testa ad urla)

Carlo Asili

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Felipe dice:

"Rapiadamente disponibile in rete."

"Wikipedia".

Appunto. Ho sempre ammonito a non fidarsi della rete, ed ho sempre preferito i Miei Libri. Compresi i Miei Dizionari. Il Mio Garzanti a pag. 1412 dice:

RAZZISMO. Tendenza a considerare la razza come fattore determinante dello sviluppo della civiltà di una società e quindi a conservarne la purezza, evitando le contaminazioni con altri popoli , considerati di razza inferiore, mediante la dicriminazione razziale ed anche con la persecuzione e la loro distruzione.

Prendiamo poi quello di mia Figlia, Terza Liceo, e quindi più recente, un Devoto Oli, pag. 934.

RAZZISMO: Ogni tendenza psicologica o politica, suscettibile di assurgere a teoria o di tradursi in prassi sanzionata dalla legge, che fondandosi sulla presunta superiorità di una razza sulle altre o su di un altra, favorisca o determini discriminazioni sociali o addirittura genocidio.


Dunque, nulla a fondamento delle sue insulse e provocatorie tesi.

Anche perchè la Razza Umana è unica, a differenza di altri Mammiferi. Razza che comprende individui di fenotipo Maschile e Femminile, con qualche rarissima eccezione come la sindrome di Knifelter e di Turner.


Che poi alcuni Maschi ed alcune Femmine, invece che avere rapporti sessuali Secondo Natura preferiscano avere comportamenti confusi, non c'entra punto.

ATEO ha detto...

"La distinzione è quindi tra rapporti sessuali e rapporti omosessuali: questi ultimi sono scelte personali, prive di rilevanza sociale, essendo rapporti infecondi"

Bene, allora i rapporti sessuali di coppie eterosessuali in cui almeno uno dei due è definitivamente non fertile, per età o per malattia, devono essere considerati privi di rilevanza sociale essendo rapporti infecondi, e quindi tali coppie devono essere trattate alla stregua delle coppie omosessuali e quindi private del diritto di contrarre matrimonio.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Continua...

Mi spiace, la maggior parte delle aggressioni verso omosessuali avviene da parte di occasionali e prezzolati partner, spesso eterosessuali costretti a prostituirsi dal bisogno.

Quanto alle discriminazioni, dipende dal livello culturale e del contesto. Come ripeto, ci sono determinati mestieri dove l'eterofobia è prassi.

E non mi riferiscocerto a DG o altri simpaticoni come il personaggio da avanspettacolo che ha citato.

Vuole degli esempi:
Diaghilev costrinse Nijinsky ad assecondare le sue turpi voglie, se voleva essere la Stella del Balletto di Mosca.
Così come Luchino Visconti fece note pressioni sull' eterosessuale Massimo Girotti. E potrei andare avanti...

Massimo ha detto...

Mi spiace intervenire in mezzo ai commenti di Stars, ma solo per replicare ad "ateo".
Gli omosessuali non potranno mai procreare tra loro. In questo sta la mancanza del pregio della loro "unione".

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Boosta scrive:

"caro amico a stelle e strisce, la sintesi che fai del mio intervento dimostra l'ignoranza tipica, tutta maiuscole e aggettivi, del fervente cattolico che, in quanto tale, vive in un altro mondo."

A parte il fatto che io non sono suo amico, mi sembra che sia improprio parlare d'ignoranza da parte di chi non sappia distinguere le 2 bandiere che parteciparono alla Guerra Civile Americana. Io sono Starsandbars.
Stelle e Sbarre.

Quanto ai vocabolari, come vede dalla risposta data al suo collega, ne ho qualcuno.

Reprimere tendenze sessuali confuse può essere anche Santità. La Castità non è un peccato, come mi sembra di aver già scritto.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Carlo Asili.

A parte il fatto che il termine deriva dallo spagnolo "Negro", la secondaparte del commento è assolutamente priva di fondamento storico, essendo patrimonio delle tante false accuse messe in giro nel corso degli anni da parte di chi volesse denigrare la Confederazione (anche a lei, Starsandbars, le dice niente ?), accuse smascherate da film come "Via col Vento" ed il libro originale. Ma soprattutto da libri storici come quello di Dominique Venner "Il bianco sole dei vinti- L' epopea sudista e la guerra di secessione".

Parecchi Negri, rispettati dai loro "padroni schiavisti" combatterono fianco a fianco dei Confederati difendendo la terra.


Solo, ripeto, buonismo decrepito può trovare offensivo l'uso di tale parola. Si auguri dunque di non avermi vicino allo stadio se ho voglia di urlare ad un calciatore della mia squadra "Vai negro !!!!!!!" se scappa in contropiede: la mia Voce, (e Massimo la conosce), in quanto a forza demolitrice non è seconda a nessuno...

Ho carissimi amici terroni che mi chiamano polentone e viceversa. E' il contesto che rende la parola offensiva. Non la parola.

Il resto è ipocrisia.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Essendo giunta l'ora di desinare, risponderò domani alla Nostra Ospite Chiara.

ATEO ha detto...

@ Massimo

> Gli omosessuali non potranno mai
> procreare tra loro. In questo sta
> la mancanza del pregio della loro
> "unione".

Ma neppure le coppie eterosessuali in cui almeno uno dei due è definitivamente non fertile, per età o per malattia, non potranno mai procreare. Quindi, stando al ragionamento proposto, anche la loro "unione" manca di pregio e di conseguenza, come per le coppie omosessuali, non devono avere il diritto di sposarsi.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Come promesso, eccoci a Chiara.

Mi spiace, termini come sodomiti ed invertiti sono corretti. Come pederasta. Ed ho già spiegato perchè. Non voglio più tornare sull' argomento. Grazie.

Offensivi potrebbero essere certe espressioni dialettali, a volte volgari di cui non voglio occuparmi per decenza.
Aggiungo poi che ci sono termini che se usati da un eterosessuale , sono considerati offensivi, mentre vengono usati normalmente da un omosessuale.

E' il caso , per esempio, della parola "frocio", usata anche al femminile "frocia" come vezzeggiativo anche all' interno delle coppie omosessuali.

Come sempre , dipende dal contesto.

Mi fa piacere, finalmente, che la Sig.na Chiara abbia compreso che il sottoscritto non ce l'abbia affatto con gli omosessuali, ma con i militanti, spesso insultanti, isterici e petulanti.
===========

Esistono già forme di contratto privato, anche questo l'ho già spiegato, nel codice civile, che possono tutelare certi diritti.


La migliore dimostrazione che in Italia esiste una Lobby è il fatto che abbiamo un onorevole non operato e quindi di sesso maschile che in barba alle Leggi ed al Testo Unico di Pubblica Sicurezza vada in giro in abiti decisamente femminili.

===============
USA.

Mi sembra che in città come San Francisco e New York siano altro che tollerati. Anche perchè in America, come nella stragrande maggioranza del mondo, il problema del matrimonio è stato sollevato da militanti, che sono una parte minima,direi infinetesimale, degli omosessuali.Spesso volgari e chiassosi.
Le ripeto una domanda che ho fatto spesso:lei pensa che una persona riservata come Oscar Wilde avrebbe mai partecipato ad una chiassosa parata iridata ?

Canadà.
Lei lo giudica un paese libero e senza problemi ?
Perfetto: sicuramente non conosce il caso del reverendo Boissoim...

Ha fiducia nell' italia e negli italiani ?

Beata Lei. Io no. Legga nel mio blog santosepolcro.splinder.com quello che ho scritto il 9 gennaio: "Ma il problema non è Bassolino, ma l' Italia intera.".

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Corrispondenza romana n.920 del 12 novembre 2005

(Corrispondenza romana) Un pastore evangelico, Stephen Boissoin, è l'ennesimo ministro di culto cristiano denunciato davanti alla Commissione dei diritti umani di Alberta (Canada) per essersi espresso contro lo stile di vita omosessuale. Boissoin è stato incriminato per aver pubblicato una lettera nella quale ha denunciato l'omosessualismo come immorale e pericoloso, sostenendo che da quando è stato approvato il cosiddetto "matrimonio omosessuale", i temi omosessualisti sono stati inclusi nei programmi educativi e scolastici, abbracciando ogni insegnamento.




"I bambini di 5-6 anni soffriranno un danno psicologico e fisiologico forse irreparabile per le letture e le immagini che dovranno vedere a causa di questi nuovi diritti", ha affermato il pastore nella lettera.

Boissoin, sposato e con 2 figli piccoli, si difende da solo perchè non ha soldi per pagare un avvocato. Gli attivisti omosessualisti esigono una ritrattazione sullo stesso organo di informazione. ll pastore non è disposto alla ritrattazione e rischia di essere condannato al carcere. Tra le altre cose, quello che gli attivisti omo-sessualisti non perdonano al pastore è che per causa sua vari adolescenti abbiano abbandonato l'omosessualità e la bisessualità.

Il tribunale, che non ha ancora ascoltato la sua difesa, ha già condannato il pastore a pagare 5000 dollari a un omosessuale che si "è sentito ferito dalla sua lettera" e altri 2000 dollari al gruppo pro gay EGALE Canada. Boisson, perseguitato per difendere la verità, ha dichiarato alla stampa "confido in Dio, sicuramente sarò condannato, ma nonostante ciò sono molto felice per quello che sta succedendo".

santamaradona ha detto...

secondo me invece il problema è che su questo blog si sta troppo col naso nelle enciclopedie e poco nella vita reale.

Eppure alcuni degli autori dovrebbero comprendere bene il concetto di "razzismo" visto che ancor oggi lo vivono sulla loro pelle sentendosi spesso apostrofare con il termine, scorrettissimo, di terrone...

Chiara ha detto...

Signor Stars, mi permetto di sottolineare che in più di una volta ho demarcato quanto l’omofobia, reale e violenta, fosse ben altra cosa rispetto ai curatori di questo sito che pur avendo idee dal mio punto di vista più che discutibili e assolutamente non condivisibili si sono dimostrati attenti argomentatori.
L'omofobia violenta è una piaga sociale, coinvolge destra sinistra centro, cattolici laici ecc...
Persone muoiono ancora perchè omosessuali, perdono il lavoro e vengono continuamente discriminati picchiati e lesbiche violentate solo perchè tali... Lucca uscite dal locale 2 donne sono state massacrate di botte e violentate cronaca di qualche giorno fa.
Non confondiamo le realtà, esiste la realtà dei fatti usiamola ma non strumentalizzarla.
La denuncia sociale non si fa con le parole, ma con le manifestazioni, sensibilizzando, e dimostrando quanto questi atti siano vergonosi a prescindere dal riconoscimento o meno di diritti legali.


Detto ciò:

I termini questi sconosciuti. Va bene non torniamo sull’argomento, tuttavia, in questo post si parlava esattamente di questo problema. Il termine politicamente corretto, credo vada di pari passo con la sensibilità di ognuno di noi verso il prossimo.
Preferisce chiamarci invertiti e sodomiti? Che sia pure libero di farlo, ma la trovo una bestemmia alla sensibilità di coloro che intendono benissimo il contesto, il quale essendo non profondamente omofobo, dimostra invece una chiusura rispetto a questa realtà.
Punti di vista, le ripeto, la legge che preme alla maggior parte degli omosessuali non è il cavillo frocio\a, invertito\a o altre espressioni.
Che i militanti si scaglino per sciocchezze, noi vogliamo solo sicurezza di poter tutelare chi amiamo.

La forma di contratto privato non mi permette di assistere economicamente, e in materia sanitaria colei che è la mia compagna da una vita. Questo dimostra non solo quanto la politica sia lontana dalle esigenze materiali della gente, e che teoricamente del reale mondo omosessuale sa ben poco.
O. Wilde avrebbe condannato parate quali gay pride e affini proprio per il fatto di trovarle vuote.


La lobby in Italia è impotente se davvero esiste. Il fatto che l’Onorevole Luxuria possa girare tranquillamente come meglio crede e assecondando le proprie naturali inclinazioni è grazie alla costituzione e all’articolo 3.

Gli Usa, sono una realtà frammentata. New York ammette le unioni civili, così come altri 8 stati.
Solo una minoranza politica conservatrice impedisce le unioni civili. Attualmente solo uno stato il Massachusetts permette il matrimonio omosessuale.

Il Canada ha approvato emendamenti atti a tutelare una minoranza. Bisogna vedere come questo pastore si sia espresso.
Vede, il mio punto di vista al riguardo è molto semplice. Tutti i cattolici, possono e devono pensare secondo la loro coscienza e valori.
Se un omosessuale trova un profondo disagio nella sua condizione, si sente in contrasto con i suoi valori e la sua fede allora agisca come meglio crede, non sono convinta sia “colpa” di un pastore che abbia plagiato la sua mente.
Io non sono cattolica, quindi non condivido alcune vostre prese di coscienza, ma non per questo bisogno censurare dalla Sacra Scrittura le lettere paoline ai romani e la città sodomita (notare la scelta linguistica) si danneggerebbe la libertà di espressione.
Bisogna vedere, tuttavia, se questo pastore si sia lanciato in una campagna di incitamento all’omofobia (basti pensare ai pastori polacchi: 15 pastori pestano a sangue gay e lesbiche inneggiando alla pena di morte… una vecchia storia che brucia ancora).
Il vittimismo signori esiste in entrambi i lati, come la speculazione. Non l’hanno inventata gli omosessuali.

Sinceramente credo nell’intima umanità di ogni persona… in quella degli italiani soprattutto.
Voglio essere ottimista, proprio perché sono stata educata alla bontà, alla pacatezza, e all’umiltà… senza mai cancellare mai la propria identità.
E’ l’unico modo reale per cambiare le cose, e conservane altre.
Bassolino… tanti vorrebbero la sua testa. Io pure, ma la questione mafia centra assai poco con la maggioranza dei veri italiani

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Sig. na Chiara.

L' omofobia probabilmente non esisterebbe senza le estremizzazioni create dai militanti omosessuali.


Qualsiasi avvocato , anche un procuratore legale di fresca laurea può spiegare che una scrittura privata può tutelare coloro che intendano stendere un contratto.

No, Oscar Wilde le troverebbe volgari.Ed oscene.

In Italia è sempre valido il TUPS, come ho accennato, che all' aticolo 85 vieta il mascheramento. In base a quest' articolo a Pescara ed altrove alcuni transessuali sono stati fermati e multati. Di questo il Sig. Vladimiro Guadagno ne è a conoscenza.

L'art. 3 della Costituzione riguarda i 2 sessi, tant' è che per la Donna vi è un riferimento alla Legge 24 Aprile 1967 di adesione alla Convenzione di New York del 31 Marzo 1953. Non parla di eventuale terzo sesso, poichè , come ho scritto, il fenotipo umano ,tranne le eccezioni che ho sopra citato, è di due SOLI tipi.

Mi stupisce piuttosto che un 'attenta seguace della Costituzione come Lei citi l' Art. 3 e non si batta per l'abolizione delle Leggi Scelba e Mancino.

USA.

Grazie al Cielo la "cosiddetta" minoranza impedisce anomali matrimoni. Ma negare che a San Francisco, New York e tanti altri posti abbiano "gay street", agenzie di viaggio per omosessuali, negozi e ristoranti per omosessuali e quant'altro non fa onore alla sua intelligenza.
E vedo che sorvola sui vari casi che ho citato di noti omosessuali che hanno,durante la loro vita, esercitato pressioni sessuali.Dunque, da Lobby.

Il Pastore protestante aveva semplicemente scritto quello che ho postato. Altri casi sono accaduti in Svezia. Se passa la Legge in Italia,i Parroci durante la Messa non potranno più essere liberi di condannare il comportamento omosessuale.


Non credo infine che abbia letto o capito il mio post citato su Santosepolcro: Bassolino c'entra ben poco. Il Post si lamenta degli italiani, o meglio, degli attuali italiasiatici.In cui Lei, bontà sua crede. Io, sempre meno...

Massimo ha detto...

Ateo, mi sembra di essere stato chiaro. C'è una differenza abissale tra le due situazioni. Due omosessuali non potranno mai, in nessun caso, procreare. Un uomo e una donna sì. Può intervenire sterlità, certo, ma la medicina ha fatto passi da gigante e continuerà a farne. Nessuna medicina di questo mondo (o di qualsiasi mondo) potrà mai consentire a due omosessuali di procreare.

Santamaradona.Che brutto nick ! Le enciclopedie servono per imparare dalle esperienze altrui, solo così possiamo fare un altro passo avanti.
Il termine "terrone" è sicuramente sgradito ai meridionali, ma non è affatto "razzista". La mania di attribuire ad ogni comportamento sgradito/sgradevole una connotazione razzista/Fascista/omofoba/islamofoba/xenofoba o altro porta a far perdere il valore di un termine, nella fattispecie "razzista", che deve essere usato in modo appropriato e non a sproposito. Il suo abuso ne sminuisce/annulla la portata.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

In Svezia, il 29 giugno del 2004, è stato condannato ad un mese di carcere un pastore protestante per aver osato criticare, con citazioni tratte dalla Bibbia, il "matrimonio omosessuale". Si tratta della prima sentenza, in Svezia, poi annullata in appello ed attualmente all'esame della Corte Suprema, che considera il dis-senso verso il matrimonio omosessuale come un incitamento all'odio razziale.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Aggiungo che avevo già scritto che ho un sacco di amici meridionali che chiamo terùn e loro mi chiamano pulentùn.

Santamaradona: concordo sull'orrendo nick che rimanda ad una persona dal comportamento censurabile, sia per le persone alle quali si accompagnava quand'era a Napoli, sia per i vizi, sia infine per le amicizie verso comunisti come Castro e Chavez....

Veritas79 ha detto...

Chiara,

pure sul mio blog hanno provato a convincermi del dilagante fenomeno dell'omofobia... portando dati che dimostrano solo una cosa: gli omosessuali subiscono delle aggressioni così come le subiscono tantissime altre categorie.

Inoltre, ricordiamoci una cosa: giustificare una violenza qualsiasi stampo essa abbia è GRAVE. E punire una violenza più di un'altra è giustificare parzialmente la seconda, altrimenti andrebbero punite equanimamente.

Veritas79

Rage against the bigots ha detto...

Un piccolo appunto, sulla superficialità del commento: punire una violenza più di un altra significa che una è più grave dell'altra, non che una è parzialmente giustificata, altrimenti si dovrebbero punire le percosse come l'omicidio etc etc.
A volta lacune punizioni sono elevate più del normale, solo per estirpare determinati comportamenti socialmente pericolosi per la sicurezza pubblica.

Massimo ha detto...

Una violenza è comunque perseguibile. Quello che non è accettabile è perseguire una idea.

Veritas79 ha detto...

E' totalmente impossibile che una persona intelligente paragoni le percosse all'omicidio. A parità di condizioni, punire una situazione piuttosto che un'altra per il "movente" è grave. Al contempo, punire con pena X il signor Z perché mentre picchiava diceva "Sei un gay", e punire con pena Y minore di X il signor T perché mentre picchiava diceva "Sei un pescivendolo" è attuare una discriminazione nei confronti dei pescivendoli e parzialmente giustificare la discriminazione et la violenza nei confronti dei pescivendoli. Non ci vuole una cima per capirlo.

Veritas79

Rage against the bigots ha detto...

Signor massimo, le idee che incitano alla violenza sono comunque una violenza. Anche le discriminazioni sono una violenza pur se non di tipo fisico.

signor veritas, grazie di aver affermato che l'omosessualità vada inserita nella legge mancino che già prevede le pene per chi compie discriminazioni o violenza per motivi razziali o religiosi, perché secondo le sue parole è in atto una discriminazione. Se sostituiamo alla parola gay nel suo esempio, la parola cattolico e alla parola pescivendolo la parola gay.

Inoltre credo che il signor veritas mi abbia aiutato a rispondere al signor massimo, in quando quelle che lui chiama "idee" sono già punite se riferite a motivazioni religiose e razziali, perciò se quella legge è giusta, credo sia giusto punire tutti i comportamenti di quel tipo.

Massimo ha detto...

Rage. Ho l'impressione che la confusione delle sue affermazioni la portano a prendere fischi per fiaschi. La legge Mancino non mi sembra sia stata citata da Veritas nel suo ultimo commento, quindi è arbitraria la sua conclusione. Come ho già scritto nel commento ad altro post: uno stato non deve imporre una idea uguale per tutti. Se cerca di farlo con leggi punitive di idee, allora è uno stato totalitario e va combattuto nel nome della libertà di pensiero.

Rage against the bigots ha detto...

forse signor massimo è la sua conoscenza della legge che è lacunosa (o forse la cosa è voluta, sperando che la gente non si documenti), ma la situazione descritta dal signor veritas rientra esattamente nei casi della legge mancino, quindi l'esempio è più che calzante.

Se non è limitazione della libertà di pensiero la stessa legge riferita a motivi razziali e religiosi, non lo è neanche riferita all'orientamento sessuale.
Non vorrei che lei confondesse la discriminazione con la libertà di pensiero.

Shin Jody ha detto...

Ho letto tutti i commenti e le affermazioni di "Rage against the Bigots" mi sembrano assolutamente prive di qualsiasi senso logico.

Sento rumori di unghie su specchi, e sono fastidiosi.

Shin

Massimo ha detto...

CRedo che Shin Jody abbia messo Rage davanti allo ... specchio :-D

ATEO ha detto...

@ Massimo

> Due omosessuali non potranno mai,
> in nessun caso, procreare. Un
> uomo e una donna sì. Può
> intervenire sterlità, certo, ma
> la medicina ha fatto passi da
> gigante e continuerà a farne.

Senza offesa, ma la sua argomentazione è veramente molto debole.

Una donna a cui è siano stati asportati chirurgicamente l'utero e le ovaie o un uomo a cui siano stati asportati i testicoli NON potranno mai, in nessun caso, procreare.
Nessuna medicina di questo mondo (o di qualsiasi mondo) potrà mai consentirglielo.

Se poi vogliamo parlare di fantascienza o di miracoli, allora, se permette, io preferisco fermarmi e rimanere con i piedi per terra.

Massimo ha detto...

Due omosessuali, senza necessità di operazioni, non potranno mai procreare. Se non si capisce questo ... :-D

Rage against the bigots ha detto...

Dimenticavo che tutto quello che credete di essere è una fabbrica di sperma..buon per voi, a me pare abbastanza triste.

Mi stupisce come appaiano post successivi al mio senza che appaia il mio..bha forse era dopo chi lo sa!

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Leggi come la Scelba e la Mancino negli Stati Uniti sarebbero impensabili,perchè contrari al Primo Emendamento.

Ma siamo in Italasia, dove Fascisti e Cattolici non devono parlare...

Rage against the bigots ha detto...

Direi che sui primi mi sembra più che logico, non per i secondi, a meno che non parlino per incitare all'odio e alla discriminazione o alla violenza!..in quel caso nessuno dovrebbe parlare.