mercoledì 20 febbraio 2008

La Lobby colpisce ancora

Spagna, il giudice nega l'adozione a una lesbica e viene sospeso.

Fonte Corriere della Sera.

MADRID – Sospeso il giudice di Murcia che aveva impedito a una lesbica di adottare la figlia biologica della sua partner. Fernando Ferrin Calamita, il magistrato, si è opposto in nome del «vecchio buon senso» all’istanza. Ora il suo comportamento è sotto esame del Consiglio Generale del Potere Giudiziario, il Csm spagnolo, che ha deciso la sospensione cautelativa del giudice dalle sue funzioni. Il provvedimento è stato controverso anche all’interno della commissione con tre voti favorevoli e due contrari. Il giudice, nelle sue motivazioni, ha scritto: «L’ambiente omosessuale aumenta sensibilmente il rischio che anche i minori lo diventino».

10 commenti:

Francesco P. ha detto...

Sospeso? Dovrebbe perdere il lavoro questo pseudoGiudice.
Non solo ha violato la costituzione spagnola, che afferma di non discriminare in base all'orientamento sessuale, ma ha perfino posto ad una scelta una delle donne solo per difendere la propria morale. E' giusto per un uomo della legge come un "giudice" far prevalere la propria morale (eterosessista) di fronte alla costituzione del suo paese? E per di più essere cosi animale da mettere la donna di fronte ad una scelta: "o scegli di stare con questa donna e non avrai il bambino, oppure stai con questa donna e addio bambino".
Il giudice dimostra un ignoranza elvevata affermando che un ambiente omosessuale rischia di far diventare il bambino omsessuale. Peccato che le ricerce mediche la pensano diversamente affermando che la maggior parte dei bambini (oltre il 90%) che cresce con famigle omosessuali presenta orientamento eterosessale

Carmine Crocco ha detto...

Eccola qua da tipica bile di chi è spinto dall'avversione verso chi si sottrae al modello culturale dominante perchè impostoci dalla lobby. Il giudice si è appellato al buon senso, cosa che evidentemente ti manca. Leggi l'ultimo post pubblico e vedrai che le tue ricerchine omosessuali non sono per nulla affidabili.

Rage against the bigots ha detto...

Forse se il signor carmine rocco si informasse meglio saprebbe che la percentuale di omosessuali nelle famiglie omosessuali è la stessa che nelle famiglie eterosessuali.
Perciò il paravento del vecchio buon senso, basato su informazioni false ma dettate dal pregiudizio cade come un castello di carte.

Carmine Crocco ha detto...

Crocco.

Rage against the bigots ha detto...

Scusi ho letto male. La critica resta sempre se vuole rispondere nel merito.

Veritas79 ha detto...

Ovviamente RATB si inventa le cose ma qui ci siamo abituati.

Veritas79

Carmine Crocco ha detto...

Le rispondo come fa lei ad ogni articolo: come fa a dimostrare le sue affermazioni, su quali basi contesta le nostre?

Rage against the bigots ha detto...

Si compri "La gaia famiglia. Omogenitorialità il dibattito e la ricerca" edito da Asterios di Margherita Bottino e Daniela Danna e troverà tutte le ricerche di cui parlo.
Ecco io le ho detto quali sono le mie fonti immagino che ora lei sarà così gentile ma dirmi quali sono le sue.
Anzi farò di più le metto il link ad una versione ridotta del libro.

"http://www.famigliearcobaleno.org/bambini_ai_gay.pdf"

@Veritas79

Sebbene non meriterebbe nemmeno una risposta, direi che come al solito il signor veritas non avendo una qualche minima base per sostenere le sue strampalate tesi, può solo ricorrere all'infantile mezzuccio di screditare l'altro, senza tuttavia citare mai quello che critica negli altri, ma lasciando queste frasi generiche che dimostrano la pochezza delle basi dei suoi post.

Carmine Crocco ha detto...

La gaia famiglia, Nomen omen

Rage against the bigots ha detto...

A parte il solito giudicare senza conoscere (il signor veritas deve essere contagioso) come vuole che si chiami un libro sulle famiglie omosessuali?

Secondo lei un libro sulla segregazione dei neri dovremmo chiamarlo "la segregazione dei bianchi" altrimenti "nomen omen"? e poi presagio di cosa?..la preoccupa che possa parlare delle famiglie omosessuali?..è stato scritto per quello. O forse la preoccupa il fatto che quelle ricerche potrebbero metterla in condizione di non poter più sostenere certe tesi?