lunedì 9 giugno 2008

Secondo Natura, primo anno

Sabato 9 giugno 2007 apparve questo post che diede il via a questo blog.
Normalmente si cerca di ricordare una ricorrenza snocciolando una sorta di bollettino della vittoria, per accessi, commenti e consensi.
Noi li abbiamo (aggiungerei anche il numero di Autori che, poco alla volta, si sono resi disponibili) ma il segnale di maggior successo è dato dai commenti "adrenalinici" (eufemismo) che spesso non passiamo e che ci danno la misura di quanto abbiamo colto nel segno con la creazione di questo blog.
Abbiamo pestato i piedi alla lobby omofila che pensava di avere praterie immense sulle quali far galoppare la sua propaganda.
Noi (e non solo noi) abbiamo posto un primo mattone per frenarla.
Ed è una battaglia di Civiltà, la nostra, perchè proprio l'aggressività e l'intolleranza che ci viene riversata contro dimostra quanto siamo ancora lontani da un rispettoso dissenso nei confronti delle idee altrui.
La nostra è una battaglia di Civiltà perchè riafferma il diritto alla libertà di parola e di opinione, contro l'omologazione al pensiero massificato e massificante che ha nel "politicamente corretto" la sua punta apicale.
Le idee per continuare questa battaglia di Civiltà sono tante, come la trasformazione di Seconda Natura in una Associazione.
Purtroppo il tempo è poco e questo è un grosso limite anche per il blog che non registra la continuità nei post che consentirebbero una crescita ancora maggiore.
Ma non disperiamo.
Sappiamo che i nostri maggiori pubblictari sono proprio quelli che commentano "adrenalinicamente": parlate di noi, parlatene anche male, purchè parliate di noi.

Entra ne

23 commenti:

Anonimo ha detto...

La cattiveria di questo blog è inesprimibile.

Perchè tanto odio nei confronti di persone che, in tutta semplicità, si amano, né più né meno degli altri che voi definite "normali"?

Sono perplessa: è possibile che i canali associativi GLBT spesso utilizzino slogan e forme aggressive ma l'eterofobia, come la chiamate, non è nel tessuto genetico degli omosessuali.

Purtroppo traspaiono solo i contenuti che vengono urlati e in questo si può fare un mea culpa. La marcia dei sentimenti di chi coltiva le proprie emozioni spesso non lascia rumore.

E poi, ancora non capisco..perchè fate un sondaggio "Ritiene l'omosessualità uno stato normale della persona ?" e poi, giustamente riportando un abuso, utlizzate in modo poco obbiettivo, condizionando chi sta per votare, l'espressione "pretesa omosessualità".?

Io davvero non capisco tanto accanimento, non capisco neanche a che serva questo blog.

Fiamma*

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Gent.ma Sig.ra Fiamma

(nome a me particolarmente caro perchè mi ricorda il Mio MSI),mi permetto di dissentire con Lei per quanto afferma.

Nessuna cattiveria in questo blog, che cerca di segnalare quanto l'intolleranza di una certa parte del mondo omosessuale , e precisamente quella degli attivisti,abbia raggiunto livelli altissimi. Spesso accanendosi contro la Chiesa, la quale ho più volte ricordato condanna il Peccato, non il Peccatore. Questi attacchi sono talmente cruenti non solo per il sottoscritto, strettamente confessionale ed uomo di Fede, ma anche molti atei, agnostici e pure di sinistra come altri qui scriventi.Una vera Cattofobia, molto più virulenta della stessa eterofobia e nemmeno paragonabile alla presunta omofobia, spesso buttata in faccia a persone che dissentono da questa insistente richiesta di parificare pulsioni confuse all' Amore propriamente detto.

Quanto al termine "pretesa", ricordo ancora una volta che SOLAMENTE l' 8 % della piccola minoranza omosessuale è veramente omosessuale. Faccia un po' Lei i conti.

Distinti saluti

Mistress Ashura ha detto...

sinceramente queste espressioni di intolleranza mi lasciano pressochè allibita...

ancora complimenti...

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Si, concordo: l'intolleranza omofila e Cattofoba è davvero pesante... :-) !

Veritas79 ha detto...

Gentilissima Fiamma,

si cerca sempre di concentrare l'attenzione sui sentimenti dei gay... mi spiega allora perché le coppie gay durano pochissimo, si tradiscono in continuazione e sono sessocentriche?

Veritas79

Rage against the bigots ha detto...

Visto l'andazzo dei matrimoni etero e le continue violenze nelle famiglie eterosessuali direi che l'ultima frase del post di veritas del 12 giugno alle 16.17 è alquanto divertente.

Signor veritas79 perché non si informa un po' più prima di sbandierare la sua ignoranza su argomenti che evidentemente non conosce?

Mistress Ashura ha detto...

a dire il vero io consideravo la vostra intolleranza...omofobi e razzisti...

le coppie gay si tradiscono nella stessa misura delle coppie etero! anzi, forse le coppie etero durano meno di quelle omo...

l'alieno sodomizzante ha detto...

ma dove le tirate fuori ste cose?
dal sito delle percentuali di berlusconi? xke boh...
chi vi dice ke le coppie gay durano pochissimo? visto ke non essendo sposate e non essendo registrate non divorziano??? chi sono gli stessi amici della carfagna?
xke le coppie eterosessuali non sono sessocentriche?=___=
ma cosa ne sai ke è l'8% =___= ogni gay di questo pianeta va a dire con chi va a letto? boh veramente
sparate cifre ke non stanno ne in cielo ne in terra...
ma poi... mi spiega il male ke vi possono causare due persone dello stesso sesso insieme? che neanke vogliono un matrimonio ma soltanto un riconoscimento con diritti minimini???
ma xke al posto di preoccuparvi di chi le persone si portano nel proprio letto... non vi preoccupate di tutti i divorzi, gli aborti, gli omicidi, e le violenze verso le altre persone...
parlate tanto di ritornare ai vecchi valori... quando siete/siamo i primi a non rispettarli...
ma non era proprio la chiesa che diceva di amare il tuo prossimo?
bell'amore complimenti =)

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

La gentile Signorina Mistress è così piena di sicurezze (razzisti ed omofobi,ci definisce...),da non aver neanche fatto caso al segno
:-) con cui avevo concluso la mia replica. Come si vede, una totale mancanza di autoironia .
Che è una bruttissima cosa:mai e poi mai l' ironico Oscar Wilde avrebbe preso parte alle oscene mascherate con le quali una minoranza chiassosa e volgare degli omosessuali vuole dar sfogo alle proprie insicurezze.

========

Mi permetto poi di rispondere a Race per primo. Se poi Veritas vorrà aggiungere qualcosa....

La giovane età probabile dello scivente lo porta ad ignorare gli anni '80 e la sfrenatezza sessuale degli omosessuali che portarono i casi di AIDS a livelli altissimi.

Proprio in quegli anni nacque poi la categoria dell' omosessuale untore. O sono forse fandonie ?

Quanto alle cosiddette violenze familiari, sicuramente pochissime rispetto ai milioni di Familie Normali e Naturali, ci dimentichiamo forse di quanta poca paura delle Punizioni, dello Stato Prima, Divine poi, si sia diffusa granzie all' Irreligiosità, al Materialismo ed al Relativismo ?

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Ho poi pubblicato il commento del Signor "K", anche se il mio giudizio su chi abusa di questa lettera sia sferzante, perchè la trovo ilare:
classico esempio di chi passa frettolosamente per questo blog senza leggerlo nè capirne i contenuti.

Magari passare il tempo a leggere qualche buon libro,senza K di sorta,sarebbe più fruttuoso...

PS:come ho sempre detto, la Chiesa ama non solo il Prossimo,ma anche il Peccatore.

Non può e non deve tollerare il Peccato...

Rage against the bigots ha detto...

Signor Vandea Italiana, conosco bene la storia della comunità omosessuale. Evidentemente è lei che ignora due cose importanti, una è l'isolamento a cui erano costretti gli omosessuali, che ha favorito il crescere di comportamenti incontrollati, ma di certo non per una natura innata degli omosessuali, ma per una costrizione imposta proprio da persone come lei. Facile far crescere una persona dall'infanzia alla maturità nell'idea che l'unica vita che gli sia permessa sia quella e poi lamentarsi se quella persona imbocca quella strada. Un po' ipocrita non trova? Inoltre l'AIDS è molto più diffuso tra gli eterosessuali che tra gli omosessuali, ha presente l'ipocrisia di cui parlavo prima?

La seconda cosa che lei sembra ignorare è che le violenze forse si sono attenuate proprio grazie all'allontanamento dalla religione, in quanto le religioni sono state il veicolo maggiore ai peggiori orrori che l'essere umano sia stato in grado di concepire, ed il cattolicesimo non si è certo fatto da parte in quanto a violenza.

Piccolo appunto: eviti di usare termini che non conosce come "naturali" a sproposito. Se sapesse veramente cosa è naturale e cosa no il suo fragile castello di carte crollerebbe come niente.

fiamma79 ha detto...

@Vandeaitaliana

Grazie per la Sua risposta.
Voglio proporle un punto di vista alternativo per conoscere meglio il suo pensiero. Dunque, a Suo parere il nodo del problema si anniderebbe in alcune prese di posizioni aggressive da parte delle associazioni militanti omofile contro la Chiesa (lei usa con precisione il termine "Cattofobia"). Su questo posso essere parzialmente d'accordo, per quanto mi renda conto che muova da un naturale principio di azione-reazione.
Ma ammettiamo che nasca un movimento, apolitico, che non urla contro la Chiesa, composto, fatto di persone di tutti gli orientamenti sessuali, che chieda semplicemente che venga riconosciuto a ogni persona la libertà di amare... Cosa ne penserebbe? Sinceramente interessata.

@Veritas79
Credo che l'infedeltà e la fedeltà non siano determinati dall'orientamento sessuale ma dal carattere delle singole persone. Lo dico per esperienza. Che ne pensa?

*Fiamma79

enry ha detto...

Questo blog è una vergogna e andrebbe cancellato, poi avete un bel coraggio a citare con boria il vostro primo articolo che lodava il bullismo verso "ragazzi effemminati" per riportarli alla "retta via" a suon di botte/insulti/discriminazioni.
E poi alcuni ipocriti hanno ancora il coraggio di replicare o citare Oscar Wilde.

Per gente come voi non ci sono nemmeno più lacrime per piangere.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Rage.

Ma quale isolamento ? Ma cosa dice ?
Il sottoscritto ha un passato da peccatore,sposatosi molto tardi. In gioventù ho conosciuto bene il mondo,girandolo in lungo ed in largo. Mi piacevano le modelle. Frequentando il mondo della moda, ed i posti più belli del mondo. Tra cui Capri,dove gli omosessuali facevano il bello ed il cattivo tempo,come a Mykonos oggi.Oppure Ney York.
Altro che ghettizzazione:vuole che vada a tirar fuori una foto di Boy George che esce fuori da una palestra al Village mandando bacini ai passanti ?
Negli anni '80 tutto quello che era omosessuale era trendy, compreso in Italia,altro che storie !
Omosessuali che avevano anche altre perversioni,come Freddy Mercury. E che gioivano nell' infettare altri sventurati.
Altre volte ho citato una miriade di nomi di omosessuali che hanno avuto persino facilità di lavorare in certi campi. E di altri, a cominciare da Visconti e Diaghilev che esercitarono persino pressioni su eterosessuali per avere rapporti in cambio di successo.
Non dica cose che non stanno nè in cielo nè in terra ! Non sono mica con l'osso al naso !

========

L' AIDS è diffuso tra gli etero in Africa, a causa della promiscuità sessuale di quel continente.

=================

Come no, la Religione è l'oppio dei popoli !!!

Ma non avete altri argomenti, qui ed altrove ? Su, allegro, tiri fuori i Catari, Galileo e Giordano Bruno. Le Streghe e quant'altro del repertorio ateo/protestante/massonico...
E mettiamoci pure il Codice da Vinci !
Tutte cose di cui mi sono ampiamente occupato nel Mio Blog Santosepolcro, sbugiardando chi della storia conosce solo i bigini e di cui non voglio più occuparmi,men che meno qui, essendo solo un autore e non riguardando questo Blog il Cattolicesimo.

================

Infine:non ci lasciate usare il termine "normale":lasciateci almeno "naturale".

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Gentile Sig.na, le rispondo con ritardo, e mi scuso, ma come sempre rispondo.

Come vede,nessun odio nè cattiveria, come Lei erroneamente ci ha accusato. Diciamo "legittima difesa" ? Come nel Mio Blog personale Santo Sepolcro, che, appunto si titola "Non porgiamo l'altra guancia"...


Vedo che ammette che in giro ci sia parecchia Cattofobia:diciamo dal 1789...

Vede, io non voglio attaccare le libertà di nessuno, ma sono con la Chiesa quando dice che quello omosessuale,mi spiace, non sia "amore", ma comportamenti disordinati. Il Vero ed Unico Amore benedetto da Gesù nelle Nozze di Canaa è quello tra un Uomo ed una Donna.

Se poi persone non credenti vogliono sostenere matrimoni sconcertanti,liberi di farlo. ma liberi noi Cattolici di contrastare che il Peccato (e non il Peccatore),sostenuto da Satana (altra invenzione delle religioni, no ????)divenga Verità.

Il Mondo ne ha viste tante,compreso un certo Caligola che proclamava Senatore il proprio cavallo.

Dunque, perchè non liberare anche il matrimonio con un cane oppure uno zebù ? Anche questa è "libertà di amare".

Libertà, libertà, quanti delitti in tuo nome...
Dal 1789 ai lager e gulag...

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

================
Enry,pubblico il primo post di Massimo, a dimostrazione di quanto le sue parole siano errate,tendenziose e fuorvianti:


"Iniziamo questo blog, monotematico, con la notizia che arriva da Palermo.
Una insegnante, evidentemente in preda al raptus del politicamente corretto, ha obbligato un suo alunno a scrivere cento volte sul quaderno"sono un deficiente".
Il padre del ragazzo ha denunciato la insegnante (?) che subirà un processo.
Qual'è il motivo scatenante la azione della professoressa ?
Il ragazzo avrebbe impedito ad un suo coetaneo di entrare nel bagno dei maschi e invitandolo ad usare quello delle femmine essendo omosessuale.
Forse omosessuale, forse no, non ci è dato di sapere, quello che sappiamo è che quel genere di comportamento lo abbiamo tenuto tutti ed aveva una sua funzione educativa nei confronti di chi assumeva atteggiamenti effemminati e mammoni.
Li abbiamo aiutati a crescere, a diventare uomini o comunque a cercare di correggere le loro inclinazioni.
Mi domando.
Ma quale generazione crescerà se verrà tenuta nella bambagia per tutta la vita ?
Cosa accadrà quando dovrà affrontare i veri problemi della vita e non ci sarà una tenera insegnante pronta ad accorrere in suo aiuto ?
Ma soprattutto, chi è il vero deficiente (cioè mancante, in questo caso, di buon senso )?
Chi, a 15 anni, mette in pratica un gioco abituale per quell' età, o chi accorre al richiamo del politicamente corretto, sempre e comunque ?"

==================

Come si vede, nessuna lode di botte od insulti.Nessuna lode di bullismo.

Quanto ad Oscar Wilde, sono certo che se avesse visto le volgarità dei cortei del "cosiddetto" orgoglio omosessuale, le avrebbe trovate orrende ed attaccate con la sua ironia.

Come Zeffirelli oggi.

fiamma79 ha detto...

Gentile Vandea,
La ringrazio per la sua risposta sempre puntuale.

Ho letto con interesse le sue parole e devo dirle questo: io a causa di mie ispirazioni personali non mi trovo d'accordo con molte delle prese di posizione/verità proprie della Chiesa. Però capisco il suo punto di vista, davvero, e rispetto la sua opinione e quelle che di conseguenza ne derivano.

Solo una cosa mi ha punto: mi rendo conto che muovendo da presupposti religiosamente ortodossi non si può parlare di Amore omosessuale. Ma non le sembra eccessivo, partendo da questo, denigrare le aspirazioni sentimentali di alcuni dicendo che se si vuole legittimare il matrimonio omosessuale allora tanto vale celebrare matrimonio anche tra gli animali?

Stiamo sempre parlando di persone e l'insegnamento di Cristo muove all'amore verso il prossimo, non a mettere alla gogna chi vive diversamente da te. Gesù ebbe compassione per la Maddalena, non l'apostrofò con epiteti volgari, nè la denigrò. Un esempio calzante, se proprio dobbiamo partire dall'assunto ortodosso per cui gli omosessuali sono peccatori.

Io credo che siano frasi di questo tipo che poi portano all'esasperazione dei toni, da *entrambe* le parti (e questo lo sottolineo con forza) quando invece ci sarebbe bisogno di dialogo dialogo dialogo.

Non la prenda come un appunto personale, ma a giovamento di una riflessione generale. Se smettessimo di picchiarci verbalmente a vicenda forse potremmo capire molto ognuno dall'altro. Ovviamente non riguarda il discorso costruttivo che stiamo elaborando io e lei.

Che ne pensa?
Grazie ancora del suo tempo.

Fiamma79

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Gentile Fiamma, no, la mia risposta non è puntuale, ma purtroppo ho ospite per uno scambio scolastico una ragazza tedesca, e trascuro un pochino i vari blog. Me ne scuso ancora.

Apprezzo che Lei cerchi di capire il punto di vista Cattolico, a differenza di altri, come chi vede bigotti dappertutto.

La Chiesa Cattolica non è un Rotary oppure il Club di Topolino:chi vuole essere Cattolico deve rispettare il Volere di Cristo, incominciando dal rispetto per San Pietro ed i Suoi Santissimi Successori, proprio da Lui voluti. La Fede, perchè Divina, è immutabile e non può seguire le mode. Comprese le odierne, dove il piacere ed il materialismo offuscano il Dono della Vita Eterna.

Dunque,legittimizzare matrimoni aldifuori di quello tra un Uomo ed una Donna può portare ad evoluzioni incredibili ed impensabili. E fa parte del chiaro attacco al Creato ed alla Vita da parte del Maligno. Il quale odia l' Uomo, non può sopportare che lui, il più bello, il più grande ed il più potente tra gli Angeli, il Portatore di Luce, giaccia senza speranza nel Fuoco Eterno, mentre il Salvatore ha ridato la Salvezza all' Umanità con il Suo Preziosissimo Sangue.
Sempre che Lei non trovi da bigotti credere al Diavolo. Il quale, come sempre ho ammonito, ha il suo maggior punto di forza nel far credere che non esiste.

======================

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Come ho sempre detto,chi non è Cattolico, può pensarla come vuole. Ma padronissimo chi, come me lo è, e che vuole battersi per i Princìpi ed i Valori della Fede.

Gesù ha insegnato l' Amore verso il Prossimo, ma è quello che ha detto anche: "Non crediate io sia venuto a portare la pace sulla terra; non sono venuto a portare la pace, ma la spada. Sono venuto a separare l'uomo da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora da sua suocera; sì, nemici dell'uomo saranno quelli di casa sua."

Ed è quello che caccia i mercanti dal tempio.


Ma,come ricorda giustamente Lei, perdona Maddalena. ma l' ammonisce,dicendo:"Non peccare più !". Così come Il Padre ed il Figlio possono assolvere il Peccatore, ma non possono accettare che il Peccato venga legittimizzato,tanto più nel matrimonio, che per Noi è sinonimo di Sacramento.
Spero di essere stato chiaro.

Anzi, come il Figliol Prodigo è più gradito al Padre quando si ravvede, così l' omosessuale che accetta di vivere la Croce in Castità, sarà nella Luce.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Quanto al Dialogo, si, è necessario, ma bisogna essere in due a volerlo.

La Chiesa non offende, ma ricorda che non può arretrare su tutto quello che è Vita. Tutto qui. Se questo vuol dire offendere...

Mentre non posso dire altrettanto per i militanti omosessuali. Militanti, ho sempre detto, non i singoli omosessuali. Militanti spalleggiati dai comunisti di sempre...

fiamma79 ha detto...

@Vandeaitaliana

Ho letto con interesse i suoi tre punti di risposta ed ora capisco meglio il suo pensiero. Trovo quanto da lei espresso molto coerente con quanto ribadito dalla Chiesa. Purtroppo io non ho le sue stesse certezze per via di una differente impostazione culturale, però sono con lei quando dice che il Dialogo è qualcosa che si deve costruire in due. Spero che questa discussione costruttiva che io e lei abbiamo affrontato con massima civiltà possa essere stimolo per chi scrive/replica in questo blog a ricordare sempre di affrontare gli argomenti in una duplice prospettiva, senza denigrare, senza attaccare, senza rinunciare a mettersi nei panni dell'altro.
Grazie del suo tempo.

Fiamma79

Rage against the bigots ha detto...

Curioso discorso quello sul dialogo.

"Le cose stanno così o ti adegui o sei un militante omosessuale anticattolico" bell'idea di dialogo.
Mai provato ad aprire un vocabolario?

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Come si vede da Fiamma79, la capacità di dialogo dipende dalla volontà di intraprenderlo e non partire con preconcetti di chi vede bigotti dappertutto.
Che ignora che, col mestiere che faccio,conosco molti omosessuali. Per nulla militanti, persone civili, spesso lontani dalle pagliacciate colorate.