martedì 6 luglio 2010

Eppoi dicono d'essere discriminati...

Google aumenta gli stipendi dei dipendenti gay e lesbiche, perche' non possono godere degli stessi sgravi fiscali dei colleghi etero sposati.L'azienda ha deciso l'aumento medio di 1.000 euro mensili ma solo per il personale Usa dopo le lamentele di alcuni suoi dipendenti omosessuali: secondo la legge Usa, quando un'azienda offre come bonus l'assicurazione sanitaria anche ai partner dei propri dipendenti, questa e' esente da tasse solo per le coppie sposate regolarmente ma non per gay e lesbiche. Questa è la notizia che è circolata qualche giorno senza peraltro incontrare reazioni o commenti particolari. E questo silenzio mi sembra ancora più meritevole di essere segnalato. Pensate alla fatica che si fa per aiutare economicamente le famiglie con figli (che costano) o con anziani a carico (che costano) o con persone handicappate da seguire (che costano). Invece ai gay (che non costano) si va addirittura incontro con un aumento di stipendio importante.

Entra ne

3 commenti:

Massimo ha detto...

Se lo dicono e se la cantano, di essere "discriminati". In linea generale, comunque, direi che un privato possa, con i suoi soldi, fare quello che vuole. Anche concedere un aumento di 1000 euro a chi non è omosessuale (e a questo punto nessuno potrebbe strepitare sulle "discriminazioni"). L'importante è che non si usino soldi pubblici, cioè di tutti, per creare agevolazioni a privati cittadini.

Dako'S World ha detto...

Da omosessuale che sono mi trovo d'accordo con quello che hai scritto (per quello che ho letto fin'ora, l'unico articolo che a mio parere ha un fondamento)... Non capisco perché un omosessuale che vive SOLO (anche perché non ci si può sposare ovunque) debba guadagnare 1000$ in più di uno che ha magari 3 figli e una moglie casalinga

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

E ringraziamo il Cielo che in molti paesi i pederasti non possono sposarsi...