martedì 12 giugno 2012

Cassano for President !

Alessandro Cecchi Paone aveva affermato, tra il provocatorio e il pettegolezzo, che due calciatori della nazionale erano omosessuali più una serie di altri con termini che suonano ridicoli al solo leggerli e che vorrebbero definire le varie sfaccettature con cui gli omosessuali pretenderebbero di essere catalogati.
Oggi, in conferenza stampa, per i giocatori dell'Italia c'era Cassano.
Invece di parlare di cose serie gli hanno chiesto cosa ne pensasse dell'affermazione di Cecchi Paone.
La domanda era fuori luogo, la risposta ha fatto però notizia perchè ha rappresentato lo smacco più evidente di quella autentica censura per cervelli e idee che è il "politicamente corretto".
Senza preoccuparsi se la risposta fosse o meno "politicamente corretta" Cassano ha infatti sostanzialmente detto che sono affari loro se ci sono dei calciatori "froci" (sì, li ha, due volte, definiti proprio così) anche se lui spera che non sia vero.
Ci voleva uno come Cassano, così popolarmente diretto, per gridare che il re è nudo.
Cassano non è un calciatore che sia mai stato nelle mie simpatie, non per il gioco, ma per quelle che vengono chiamate "cassanate" oggi, però, si è rivalutato ai miei occhi, perchè con innocente sincerità e candore si è offerto, dicendo quello che pensa, al linciaggio dei parrucconi e dei sacerdoti del politicamente corretto.



Entra ne

2 commenti:

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Mi hai bruciato sul tempo...

Massimo ha detto...

Occasione troppo ghiotta ... ;-)