sabato 27 ottobre 2012

Libertà di opinione

Ieri a Bologna si è svolta una manifestazione omosessuale.
Per contrastarla Forza Nuova ha inalberato lo striscione di cui alla fotografia, accompagnandolo con una nota che riporto da Il Resto del Carlino online Cronaca di Bologna :

La città che vide, nove secoli fa, la rinascita e lo studio del diritto romano e dove furono inaugurate la scuola dei glossatori e una università che estese l’opera e il pensiero giuridico in tutta Europa, ponendo le basi del diritto vigente, oggi si ritrova assessorati comunali, provinciali e regionali che confondono il significato del termine 'cultura' (da loro ridicolmente rappresentata) con un’altra parola che con la prima condivide solo le prime tre lettere”. In “questo clima tragicomico, Forza Nuova invita tutte le persone sane ed oneste a far sentire la propria voce di indignazione contro quest’ennesima offesa”. 
E “soprattutto invita le autorità ecclesiastiche, sempre attente a non urtare la suscettibilità delle comunità ebraiche e dei suoi esponenti, a chiedersi perché l’ambasciata d’Israele -se la notizia riportata dal sito della manifestazione e’ vera - abbia ufficialmente appoggiato questa kermesse”.

Niente di offensivo, solo una opinione che, dai commenti ne Il Giornale, appare ampiamente condivisa.
Eppure è bastato questo per scatenare l'aggressione verbale al movimento politico guidato da Roberto Fiore, con dichiarazioni veementi del sindaco Merola, dei partiti di sinistra  e persino della "cattolica" Silvia Noè che credo sia capogruppo in regione per l'Udc e condivisa dal segretario cittadino del partito di Casini che avrebbe dichiarato che "L’Udc esprime la propria solidarieta’ nei confronti di chiunque è vittima di aggressioni, verbali e non, e auspica che ogni confronto politico sia improntato su valori di ascolto e rispetto reciproco”.
Immagino, quindi, che l'Udc solidarizzi con Forza Nuova per l'aggressione verbale subita dalla sinistra per avere espresso una opinione.
Non si capisce, infatti, perchè debba essere legittimo esprimere l'opinione che l'omosessualità sia un normale stato dell'individuo alla pari dell'essere uomo o donna e invece non sia altrettanto legittimo esprimere l'opinione contraria.


Entra ne