giovedì 19 gennaio 2017

Battaglia per l'Umanità

La dott.ssa De Mari non demorde.
Evidentemente, nonostante il tentativo di lapidazione professionale e mediatica orchestrata dalle lobbies omosessuali e omolatre, l'argomento non solo interessa ma trova anche persone che, pur non avendo il coraggio di esporsi, ne richiedono la diffusione.
Fino ad ora abbiamo avuto programmi, "esempi", comunicati, "studi", propaganda, insomma, tendente a far apparire l'omosessualità come una libera condizione della persona.
Peccato che gli stessi che si appellano alla libertà per difenderne la pratica e la diffusione, siano gli stessi che pretenderebbero censure, sanzioni e leggi repressive contro le opinioni di chi non la pensa come loro.
Fa piacere vedere, anche con una insospettabile intervista sulla Stampa che la dott.ssa De Mari è riuscita a rompere il muro di omertà nei confronti delle idee di chi non si è inginocchiato ai diktat omosessuali.
Come ha chiuso l'intervista: "se facciamo sentire tutti insieme il nostro pensiero, la spallata gliela diamo davvero".




Entra ne

Nessun commento: