sabato 11 febbraio 2017

A spese nostre


Quando aprimmo questo blog, gli omolatri ci dicevano: ma cosa costa a voi accettare gli omosessuali ? Nulla, perchè nulla viene chiesto, si rispondevano da soli.
L'inchiesta pubblicata da La Verità di venerdì 10 febbraio, di cui riproduco il titolo di prima pagina, smentisce definitivamente tali affermazioni.
Il "matrimonio" omosessuale costa, eccome, al contribuente Italiano.
Il capriccio di pochi, costa l'aumento dell'impegno Inps pagato da tutti.
Ed è bene ricordare che l'inganno, soprattutto da parte dei clandestini che in tal modo beneficiano di un canale privilegiato per restare in Italia serviti e riveriti ancora una volta a spese nostre, comporterà costi ancora maggiori di quelli che comunque già ci sarebbero per i veri omosessuali italiani.
Del resto se uno, per approfittare dei privilegi, dell'assegnazione di una indennità, di una copertura assicurativa, dell'assegnazione di una casa, dicesse: io sono ghei, cosa farebbe il sindaco di turno per verificare la veridicità di tale asserzione ?
Gli chiederebbe una prova concreta, magari mettendo a disposizione il suo stesso fondo schiena ?



Entra ne